Quotidiani locali

Ztl, chi vorrà entrare nella “zona rossa” potrà chiederlo da casa

Prato, da lunedì domande e pagamenti direttamente sul pc. Al permesso limitato a due ore si aggiunge quello giornaliero

PRATO. Da lunedì 16 luglio il permesso temporaneo per accedere alle zone a traffico limitato potrà essere fatto anche da casa, tramite computer. È una delle novità annunciate dall’assessore alla mobilità Filippo Alessi che va così incontro alla richiesta (di anni) delle associazioni di categoria.

«Fare un permesso temporaneo da casa – spiega l’assessore – vuole dire perdere meno tempo e velocizzare i tempi». Insieme al temporaneo, della validità di 2 ore, arriva un nuovo permesso, il giornaliero. «Ovviamente entrambi – sottolinea Alessi – per averli devono essere motivati. Ad esempio furgoni che devono scaricare merce, oppure una persona che deve aiutare un amico a traslocare e ha necessità di entrare in centro con la propria automobile. Mettiamo così la tecnologia al servizio del cittadino».

«Un modo – aggiunge l’assessore all’agenda digitale Benedetta Squittieri – per venire incontro alle esigenze di singoli artigiani, commercianti e associazioni di categoria e alleviare il carico di tempo».

Per i permessi temporanei fino ad oggi l’unico modo per averli era quello di recarsi presso gli uffici del comando di polizia municipale, da lunedì prossimo la procedura potrà essere fatta on line sul sito del Comune.

Vediamo come funziona nel dettaglio: il permesso temporaneo, che potrà ancora essere fatto presso la polizia municipale, ha una validità di 2 ore e costa 3 euro per la Ztl A (ovvero quella dove ci sono i varchi elettronici) e quella B (fascia esterna dove vige l’orario 7,30 – 18,30).

Il permesso giornaliero (che si può ritirare anche presso gli uffici Consiag) costa 10 euro per la zona A e 8 euro per la Ztl B e vale una giornata intera. L’utente che vorrà avere il permesso dovrà accedere al sito del Comune, inserire i propri dati e il numero di targa del veicolo che in tempo reale sarà controllata dalla motorizzazione per la verifica dell’assicurazione e della revisione del mezzo e scrivere il motivo perché chiede il permesso (non potranno essere più di tre al mese).

Poi se viene lasciato il cellulare su questo arriverà un messaggio di conferma del permesso oppure la notifica verrà inviata alla mail dove sarà arriverà anche il foglio da stampare ed esporre all'interno della vettura così come avviene con gli altri permessi.

Il pagamento potrà essere effettuato con carta di credito oppure con MyBank. Intanto, il comandante della Polizia municipale Andrea Pasquinelli annuncia che per il prossimo anno, dopo aver attentamente

studiato le modalità, c'è l’idea di consentire ai residenti di poter fare on line il permesso per accedere alle zone a traffico limitato. «Adesso – sottolinea Pasquinelli – dobbiamo capire come rendere identificabile il permesso che attualmente è a colori».


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro