Quotidiani locali

Torna in libertà l'anziano che ha accoltellato il figlio

Il giudice per le indagini preliminari non ha convalidato l'arresto dell'uomo fermato dai carabinieri dopo la lite in via Puccetti

PRATO. Il giudice per le indagini preliminari Angela Fantechi non ha convalidato l’arresto dell’uomo di 78 anni che nel pomeriggio di venerdì 13 ha accoltellato il figlio al culmine di una lite in via Puccetti, accanto alla biblioteca Lazzerini. L’anziano, difeso dagli avvocati Nicola Badiani e Andrea Torri, è comparso oggi, 16 aprile, davanti al gip. Secondo il giudice non c’era la flagranza del reato e in ogni caso non ci sarebbe stata la volontà di uccidere (l’uomo era stato arrestato per tentato omicidio dopo aver colpito il figlio al torace e a una spalla).

leggi anche:

Intanto il figlio è stato dimesso dall’ospedale con una prognosi di 30 giorni ed è andato a vivere in una casa in affitto. Da qualche tempo, dopo la separazione dalla moglie, era tornato a stare coi genitori, ma la convivenza non si è rivelata serena, a causa di divergenze di tipo economico. Litigi sempre più frequenti che sono sfociati venerdì pomeriggio nell’accoltellamento del figlio da parte del padre, che resta indagato, ma da oggi a piede libero.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro