Quotidiani locali

"Rifò", le magliette rigenerate al 100%  che aiutano l'ambiente

Prato, il progetto è legato a un crowfunding cominciato a novembre-dicembre 2017. Il prezzo delle t-shirt sarà di 25 euro di cui due saranno destinati al sociale

 
Rifò, la maglietta rigenerata al 100% col cotone riciclato e con le bottiglie di plastica Prato, parte del ricavato dell'iniziativa in crowdfunding verrà devoluto a finalità sociali - L'ARTICOLO
 
PRATO. Nasce Rifò, magliette rigenerate al 100%. Tramite l'hashtag #2lovePrato e sulla piattaforma di crowfunding Ulule si potrà acquistare la t-shirt rigenerata Made in Prato. L'idea è nata da due giovani pratesi Niccolò Cipriani e la cugina Clarissa Cecchi, che segue i social media soprattutto Instagram. Il progetto è responsabile e sociale ed è legato a un crowfunding (dopo aver visto come si sviluppano certe attività in Vietnam e in Francia) che è iniziato a novembre-dicembre 2017.
 
«Prato ha rigenerato la lana ed ora vogliamo farlo con il cotone grazie alle bottigliette di plastica - spiega Cipriani - dopo 4 mesi di lavoro abbiamo creato le t-shirt che hanno un impatto sociale come una sorta di seconda pelle. Produrre una maglietta di cotone comporta la perdita di 2700 litri di acqua e questo ha provocato la desertificazione del lago di Aral in Asia centrale inoltre tante bottigliette finiscono nel mare o nelle isole di plastica. La soluzione è di rigenerare gli scarti tessili di cotone con il poliestere. L'idea è stata quella di utilizzare le bottigliette di plastica con il 52% di cotone e il 48% di poliestere delle bottigliette di plastica, circa 5 a maglietta.Serviranno solo 30 litri d'acqua per produrre una maglietta. Quindi è sostenibile e responsabile perché viene fatta all'interno dell'economia locale ed è un'opportunità di lavoro per il territorio. L'impatto sociale viene attraverso #2loveprato e verrà distribuito a Legambiente Prato, Ami e Opera Santa Rita».
 
Il prezzo delle t-shirt sarà di 25 euro di cui due saranno destinati al sociale. Sarà un design semplice? «Sì esatto la t-shirt sarà prodotta per durare - continua Cipriani - Due milioni di vestiti vengono buttati via e molti di questi potrebbero essere riciclati. I colori che utilizziamo non sono stati ritinti con magliette blu ma rifacciamo il filato blu. Possiamo risparmiare tantissima acqua. È un Made in Italy 3.0 e saranno disponibili sul sito di crowfunding Ulule a 25 euro anziché 30 euro così possiamo gestire meglio la produzione. Dobbiamo vendere per attivare il crowfunding almeno 90 ordini entro la fine di aprile e poi da inizio maggio saranno disponibili al Museo del tessuto e al negozio Piumi e verrà messo in commercio tramite il sito www.Rifo-lab.com ».
 
«Ci fa piacere essere tra le associazioni di questo progetto - spiega Angela Di Lorenzo dell'Ami - perché è un progetto solidale e sociale ed è pratese».
 
 «Abbiamo aderito a questa iniziativa perché ci sembrava bello coniugare un'attività produttiva con un'attenzione ai temi dell'ambiente e a quelli di soggetti più fragili - spiega il presidente Opera Santa Rita Roberto Macrì - ci sembrava scontato dare una risposta in termini positivi. Con questo intervento garantiremo un'esperienza ai nostri ragazzi di convivenza in barca a vela di tre giorni. Il sogno sarebbe quello di favorire nel processo produttivo soggetti che hanno caratteristiche di marginalità».
 
«Il cotone è fortemente impattante anche per la salute - spiega Marco Benedetti di Legambiente - il cotone è il monouso del tessile e queste t-shirt sono belle ed estetiche. Tutto quello raccolto sarà destinato all'acquisto di un portapacchi della jeep che va al Rifugio acquerino di Cantagallo e a una cucina a gas per ridurre il sistema di energia elettrica».
 
La presentazione della maglietta Rifò
La presentazione della maglietta Rifò

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro