Quotidiani locali

Aeroporto, anche Poggio ricorrerà al Tar

Intanto a Prato il ripensamento di Biffoni scatena il M5S: «Ha cambiato idea dopo l’esito del voto»

PRATO. Il consiglio comunale di Poggio a Caiano autorizza all’unanimità sindaco e giunta a procedere con il ricorso al Tar contro la realizzazione della nuova pista dell’aeroporto di Peretola. Una notizia che segue solo di qualche ora l’analogo ordine del giorno approvato dal consiglio comunale di Prato, con la decisione del sindaco Biffoni di ricorrere al Tar. A Poggio l’ordine del giorno portava la firma del gruppo “Insieme, centrosinistra per Poggio”. «Sono particolarmente soddisfatto – dichiara il sindaco Marco Martini – dell’approvazione all’unanimità dell’odg discusso in consiglio comunale e ringrazio tutti i consiglieri per i loro interventi nell’approfondito dibattito che si è concluso con l’impegno a promuovere il ricorso al Tar contro quest’opera che ha un impatto negativo sul nostro territorio. Proseguirò quindi, con coerenza, ad impegnarmi per difendere il Parco della Piana, anche considerando che con la proposta di realizzazione della nuova pista è stato completamente ignorato un carattere essenziale per definire un progetto di sviluppo: la partecipazione della società civile alle decisioni attraverso le quali si definiscono gli obiettivi, gli strumenti, i mezzi e gli impegni di tutti i soggetti coinvolti».

Bugetti: Pd coerente. «Nel 2011 fui tra le prime a firmare il documento del Pd contro il potenziamento dell’aeroporto di Peretola, ritenendola un’opera inutile e dannosa – dice la consigliera regionale del Pd, Ilaria Bugetti – mi sono sempre battuta contro la nuova pista prima come segretaria del Pd, poi come consigliera regionale. Abbiamo compreso le posizioni con chi, anche all’interno del partito, è favorevole all’opera, ma tutte le prescrizioni e gli approfondimenti di questi anni dimostrano che quella posizione era giusta e l’opera non è necessaria».

I Cinquestelle: Biffoni cambia idea quando il Pd perde le elezioni. Maria Angela Verdolini, consigliere comunale del M5S a Prato, dà una lettura un po’ diversa della decisione di ricorrere al Tar contro la Via annunciata venerdì dal sindaco Biffoni: «Dopo che per 4 anni il sindaco ci ha raccontato che la politica non si fa nei tribunali ma nei tavoli politici e che quindi non era sua intenzione fare ricorso al Tar, andando addirittura contro il volere del consiglio comunale e dei suoi stessi consiglieri, il sindaco ci ripensa e dà mandato all'ufficio legale di preparare il ricorso al Tar. Il sindaco cambia idea, guarda caso, dopo i risultati delle elezioni politiche e quindi l'uscita del Pd dal governo, dimostrando quello che abbiamo sempre sostenuto dal 2014: che non aveva le mani libere e non poteva opporsi agli interessi del partito. Questa è la riconferma ancora una volta del totale fallimento politico del suo mandato».

Il

Cpap: noi sempre contrari. «Bene ha fatto il sindaco di Prato a dare il via al ricorso al Tar, nonostante gli iniziali tentennamenti – dice Fabio Nesti. presidente del Comitato provinciale area pratese – Meglio tardi che mai. Adesso ci aspettiamo da lui fermezza di posizione».

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro