Quotidiani locali

Gestri interrogato per 5 ore sul caso Creaf

L’ex presidente della Provincia di Prato, indagato per il dissesto del Centro di ricerca, è stato sentito a lungo dal sostituto procuratore Lorenzo Boscagli

PRATO. L’ex presidente della Provincia, Lamberto Gestri, è stato interrogato per cinque lunghe ore, ieri pomeriggio lunedì 18 dicembre, dal sostituto procuratore Lorenzo Boscagli, titolare dell’inchiesta sul dissesto del Creaf, il Centro di ricerca e alta formazione di via Galcianese che ha inghiottito oltre 20 milioni di euro di fondi pubblici senza mai vedere la luce. Gestri (Pd) è indagato per bancarotta societaria insieme all’ex amministratrice Laura Calciolari, al compagno di partito Daniele Panerati (amministratore dal 2006 al 2008) e a Luca Rinfreschi (amministratore fino al 2014). L’ex presidente della Provincia, difeso da Giovanni Renna, ha risposto a tutte le domande sostenendo di non aver fatto nulla di irregolare. In sostanza dice che non si può dare a lui, socio, la colpa di azione che spettavano all’amministratore. E contesta l’accusa di

non aver erogato certi fondi stanziati dalla giunta precedente alla sua perché bisognava rispettare il patto di stabilità, mentre per quanto riguarda l’erogazione di ulteriori fondi, dice di averli correttamente deliberati, ma che il pagamento spettava alla giunta successiva.
 

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro