Quotidiani locali

Tenta la truffa dello specchietto: arrestato un uomo di 26 anni

Il giovane ha simulato un incidente e ha convinto una settantenne a sborsare 200 euro. Per fare i segni sulle auto usava un accendino

PRATO. Ha tentato l'ennesima "truffa dello specchietto", ma stavolta gli è andata male ed è finito dietro le sbarre. I carabinieri hanno arrestato nel pomeriggio di mercoledì 6 dicembre un uomo di 26 anni, di cui non è stato reso noto il nome, con l'accusa di truffa ai danni di una settantenne. Il giovane, in sella a uno scooter, aveva finto un incidente stradale in via del Purgatorio, sostenendo di essere stato urtato dall'auto della donna, e l'aveva convinta a sborsare 200 euro per evitare guai con l'assicurazione (ma senza intascare il denaro, infatti è stato accusato di tentata truffa). Per sua sfortuna una pattuglia del Nucleo radiomobile dei carabinieri ha notato il conciliabolo tra l'anziana donna e il giovane e ha deciso di fermare quest'ultimo.

Da successivi accertamenti si è scoperto che qualche giorno fa lo stesso giovane aveva fatto una truffa simile ai danni di una donna di 57 anni residente a Poggio a Caiano. Per simulare gli incidenti il giovane si portava dietro un accendino macchiato con vernice blu e lo usava per fare i segni sulle portiere delle auto.

L'arrestato è comparso oggi, 7 dicembre, davanti al giudice Mancini che ha convalidato il fermo. La Procura aveva chiesto per l'imputato gli arresti domiciliari, ma il giudice ha accolto la tesi dell'avvocato difensore, Stefano Camerini, e ha disposto per il giovane il solo obbligo di firma.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista