Quotidiani locali

Reddito d’inclusione, uffici presi d'assalto

Prato, lo sportello di via Roma ha già fissato appuntamenti fino ai primi dieci giorni di gennaio 2018

PRATO. Numero verde congestionato e appuntamenti oramai fissati in calendario fino alla prima decina di gennaio 2018. Il primo effetto del "Rei", domanda per il reddito di inclusione, a Prato si sta facendo sentire in modo chiaro e netto con un alto afflusso di persone allo Spac.Lo sportello di via Roma 101, il cosiddetto Spac servizi sociali, è preso d'assalto sia per portare la documentazione necessaria, sia per essere guidati nella compilazione della domanda di accesso al sostegno economico. In questi casi i primi giorni sono sempre i più complicati, funzionano da test, e anche la piattaforma Inps per l'inserimento dati ha dato qualche problema.

Al contrario però di non pochi comuni italiani, Prato è partita attrezzata a quella che è un richiesta sicuramente straordinaria. «I flussi di persone in questi giorni sono ingenti- afferma Rosanna Lotti, dirigente dei servizi sociali del Comune - basti pensare che gli appuntamenti presi tramite il numero verde arrivano già alla prima decina del prossimo gennaio 2018». La misura del Rei voluta dal Governo non ha una scadenza e, quindi, gli appuntamenti sono aperti anche per i prossimi mesi del 2018.

«Si tratta di un vero e proprio assalto anche se la documentazione va esaminata in modo corretto e poi inserita - prosegue Lotti - ovviamente il Rei rappresenta un'opportunità di integrazione al reddito e molte persone temono che sia a fondo limitato, ma non è cosi. Si tratta di una misura del Governo e quindi va comunicato agli interessati che non ha una limitazione di spesa né di fondi né di scadenza della domanda».

A sentire il Caf della Cgil pratese, non si ha la stessa sensazione. «Sì, è aumentato il numero delle persone agli sportelli ma non ci sono code come è stato affermato da alcuni - dicono al Caf di piazza Mercatale - c'è un aumento di persone, ma non ci sono code. In fondo chi aveva già fatto l'Isee e l'Isre nel 2017 puo' di nuovo utilizzarlo per la domanda del reddito di inclusione, integrandolo con le altre richieste contenute nel Rei».

Niente code ai Caf, ma allo sportello Spac di via Roma invece afflussi record. All'assessorato ai servizi sociali, la documentazione viene presa in esame dagli operatori, analizzata e solo dopo inserita nella piattaforma dell'Inps. Nella mezz’ora allo sportello - tanto è il tempo massimo per ciascuna persona che fa domanda - viene fatto l’esame della situazione reale e se il richiedente puo' avere diritto al reddito d'inclusione. «Forse a fine gennaio ci saranno le prime assegnazioni di finanziamento, difficile pensare che con questi afflussi

l'Inps riesca a farlo prima» prosegue Lotti. Intanto, lo Spac di via Roma è aperto tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12. Per presentare la domanda è necessario avere un appuntamento chiamando il numero verde 800 574 111.




 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista