Quotidiani locali

Sequestrati duemila abiti per bambini e giocattoli irregolari

Prato, blitz della Polizia municipale in un negozio di via Pistoiese, maxi-multa di 6.000 euro alla titolare cinese

PRATO. Nella mattinata di ieri, mercoledì 11, personale della polizia commerciale amministrativa e anticontraffazione della Polizia municipale, ha sequestrato 2.000 articoli non conformi, con etichettatura irregolare o mancante: tra questi molti capi di abbigliamento da bambino e giocattoli, potenzialmente pericolosi per la salute dei piccoli consumatori.

Gli agenti di piazza Macelli hanno individuato e controllato un’attività commerciale gestita da una cittadina cinese, in via Pistoiese, e hanno subito notato che moltissimi prodotti esposti per la vendita e stoccati nel negozio erano privi di etichetta, senza nessuna indicazione circa i dati dell’importatore e la composizione delle fibre tessili; inoltre, quasi tutti i giocattoli in vendita erano privi del marchio CE, con scritte e indicazioni solo in ideogrammi cinesi.

Alla titolare sono state contestate una serie di violazioni per un totale di circa 6.000 euro. La merce sequestrata è stata depositata nei magazzini della Polizia municipale, in attesa dei successivi atti da parte della Camera di commercio, autorità competente per la specifica materia

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics