Quotidiani locali

Tentò di uccidere un algerino per questioni di droga, arrestato a Barcellona

Prato, il ferimento avvenne il 5 luglio scorso in via Pugliesi e l'aggressore, un marocchino subito individuato dalla Squadra Mobile, era fuggito in Spagna

PRATO. Un marocchino di 27 anni è stato arrestato in Spagna su mandato di cattura europeo per l'accoltellamento di un algerino avvenuto il 5 luglio 2017 in via Pugliesi . I fatti avvennero verso le 1.30 all' angolo con via dell’Accademia. Sul posto le volanti trovarono un algerino di 45 anni con numerosi precedenti penali anche per reati in materia di stupefacenti, a terra in un lago di sangue e con numerose ferite da arma da taglio agli arti superiori e inferiori.

Secondo quanto ricostruito dalla Sezione “Omicidi” della Squadra Mobile, l’aggressore aveva agito con l’intenzione di uccidere senza riuscirci per l’intervento di altre persone e per la strenua difesa della vittima, che aveva però riportato lesioni molto gravi: la lesione totale del tendine quadricipitale, una ferita estesa alla gamba sinistra, rotture di muscoli, fratture e altro ancora. Sul posto venne sequestrato un fodero di un machete lungo 58 cm e utilizzato dall’aggressore per colpire l’algerino.

Le indagini della Squadra Mobile portarono già il giorno successivo a ritenere che la lite fosse avvenuta per rancori pregressi, forse legati al traffico al minuto di sostanza stupefacente e ad individuare l’aggressore nella persona di  Mohamed Chakir, 27 anni, marocchino, senza permesso di soggiorno e con diversi alias, con numerosissimi precedenti per tentato omicidio, lesioni personali, rapina, spaccio di sostanze stupefacenti ed altro.

Sulla base delle indagini l’autorità giudiziaria ha emesso, il 27 luglio successivo, una ordinanza di custodia cautelare in carcere a suo carico per tentato omicidio. Da subito, peraltro, era emerso che ventisettenne era fuggito in Spagna, a Barcellona, presso alcuni parenti e poi aveva fatto rientro in Marocco. Il 14 agosto scorso è stato emesso un mandato di arresto europeo a suo carico e ieri il “Servizio per la Cooperazione Internazionale

di polizia ha comunicato che il marocchino è stato fermato a Barcellona dove aveva fatto rientro.

L’uomo si trovava nell’abitazione individuata dal personale della Squadra mobile di Prato e comunicata alle autorità spagnole tramite il Servizio di Cooperazione di polizia.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics