Quotidiani locali

Ubriaco e ferito distrugge l'ambulanza arrivata per soccorrerlo

Prato: inquietante episodio in via di Reggiana. L'uomo, di 35 anni, ha provocato migliaia di euro di danni al mezzo della Misericordia di Capezzana, costretto a rimanere fermo per tutto agosto

PRATO. Ha letteralmente distrutto l’ambulanza arrivata a sirene spiegate per soccorrerlo, provocando danni per migliaia di euro e costringendola ai box per tutto il mese di agosto. Un uomo italiano di 35 anni – che i volontari della Misericordia di Capezzana descrivono come «ubriaco e molesto» – dopo essere stato sdraiato e legato alla barella ha iniziato a tirare pugni a tutto ciò che trovava a porta di mano. Ha rotto la barella e parte delle attrezzature del mezzo che, con fatica, era stato messo a disposizione della comunità pratese.
 

leggi anche:

 
Il brutto episodio è successo nella tarda serata di venerdì 11 agosto, attorno alle 23.15. L’equipaggio di quattro persone – con il presidente-infermiere Andrea Carrini a bordo – si è diretto verso via di Reggiana. Lì, ad attenderli, c’era il 35enne gravemente ferito al volto, forse con un collo di bottiglia o comunque dai vetri. Perdeva sangue e aveva bisogno di essere trasferito al più presto al Santo Stefano. «Inizialmente era un codice giallo, poi aggravato in rosso – spiega il caposervizio dei volontari, Mario Gargini – e non potevamo aspettare: dovevamo al più presto portarlo al pronto soccorso dell’ospedale».
 
Altri danni alle attrezzature
Altri danni alle attrezzature
 
L’equipaggio della Misericordia conosceva bene il 35enne, avendolo soccorso già diverse volte. «Data la gravità della situazione – sottolinea Gargini – non potevamo aspettare la scorta delle forze dell’ordine, che pure avevamo richiesto. Siamo dovuti partire subito». Con molta fatica – dopo la violenza immotivata e gratuita verso chi aiuta il prossimo – i volontari sono riusciti a calmare e immobilizzare il 35enne, che è stato ricoverato al Santo Stefano di Prato. Gargini ha annunciato di voler denunciare il giovane per lesioni e interruzione di pubblico servizio.
 

leggi anche:

 
E nel frattempo il mezzo principale dell’associazione resta inservibile. «Ad agosto è impossibile trovare pezzi di ricambio – conclude amaramente il dirigente della Misericordia – così siamo costretti a fermare l’autoambulanza. È incredibile…». A Capezzana rimane solo quella di riserva, sperando in un aiuto.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista