Quotidiani locali

Profughi, contro le revoche di massa un esposto delle associazioni

Prato, l'assembla Sulla stessa barca andrà in Prefettura domani, martedì 18 luglio, per protocollare la richiesta di interruzione immediata della pratica

PRATO. L' Assemblea Sulla Stessa Barca e le associazioni LeftLab. MeltinPo. Rete degli Studenti Medi di Prato, Comitato Disoccupati e Precari Pratesi, comitato STOPrazzismo, Le Mafalde, RiciclIdea, l'associazine Senegalesi Prato e l' Associazione 6 Settembre cominacno che domani, martedì 18 luglio, fra le 12 e le 12.30 una delegazione di attivisti si recherà all'Ufficio di gabinetto della Prefettura per protocollare l'esposto rispetto alle revoche arbitrarie messe in atto dalle autorità verso i richiedenti asilo, per reperire rapidamente posti liberi per nuovi arrivi.

"A nostro avviso tale sistema comporta una vera e propria violazione dei diritti dei richiedenti asilo, attraverso allontanamenti coatti e revoche senza un preavviso di almeno dieci giorni, tale da permettere agli ospiti un'uscita dignitosa dai progetti. Allo stesso tempo, viene esasperata una tensione sociale già inasprita sul territorio, mettendo i cittadini in una condizione di conflittualità e di lotta tra gli ultimi".

"Difatti - proseguono - pesso i richiedenti asilo che escono dai percorsi di accoglienza a seguito di revoche di massa vanno ad occupare posizioni di marginalità, senza possibilità di accesso ai servizi delle infrastrutture nel territorio; non hanno possibilità di trovare una dimora dignitosa e sono spesso costretti ad accedere a dormitori gestiti da associazioni di volontari o stabilirsi nei pressi di stazioni e giardini pubblici con il rischio di avvicinarsi a percorsi di illegalità".

"Ci appelliamo alla Prefettura e alle altre autorità della Repubblica Italiana - concludono - affinché agiscano nella piena tutela dei diritti di richiedenti asilo e di titolari di protezione, rispettandone la dignità e operando secondo principi di buona accoglienza. Chiediamo

quindi che venga subito interrotta la messa in atto di revoche arbitrarie, al fine di garantire agli ospiti la permanenza nei percorsi di accoglienza e salvaguardare la convivenza plurale e pacifica dalle crescenti diseguaglianze, oltre che dal rischio di #RaccoglieresenzAccogliere".

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie