Quotidiani locali

Quiz e viaggi-premio se si visitano i musei cittadini

Prato, l'iniziativa di Diocesi, Artemia e Comune per andare "A caccia di tesori pratesi". In palio due fine settimana e una cena per due

PRATO. Un gioco, divertente ma al tempo stesso istruttivo. Rispondere correttamente ad alcune domande inerenti la Cattedrale e quattro musei pratesi e cercare di vincere un fine settimana per due persone all'hotel “Croda rossa” a Carbonin, un weekend all'hotel “La Versiliana” a Marina di Pietrasanta e una cena per due al “Ristobistrò”.

Si tratta di "A caccia di tesori pratesi” organizzata dalla Diocesi e dall'associazione ArteMia. Nell'iniziativa sono coinvolti i musei dell'Opera del Duomo, del Tessuto, Palazzo Pretorio, il Pecci e la Cattedrale.
Vediamo come funziona la cosa. I partecipanti dovranno rispondere (c'è tempo fino al 31 dicembre) ad una serie di domande inerenti le bellezze artistiche coinvolte nella caccia e inviare le risposte ad ArteMia. Le domande (tutto il regolamento sul sito dell'associazione) saranno disponibili sui volantini distribuiti nei luoghi oggetto della gara.

Ai concorrenti che hanno dato le risposte giuste verrà assegnato un numero e a gennaio 2018 il 50% dei vincitori verrà estratto a sorte per poter partecipare alla seconda parte del gioco, quella che decreterà i primi tre sul podio. E che sarà un quiz, da decidere come e quando. «Le risposte ai nostri quesiti – specifica Arianna Pierattoni vice presidente di ArteMia – si possono trovare solo visitando di persona i musei e la Cattedrale nella parte segreta».

Le visite alla cattedrale segreta (all'interno del passaggio che permette di ammirare la vecchia facciata del Duomo) si tengono ogni terzo sabato del mese e, iniziate nel 2015, ad oggi hanno fatto registrare circa 1000 visitatori. «Un modo questo della caccia ai tesori pratesi – aggiunge l'assessore alla cultura Simone Mangani – per visitare i musei, per i quali ricordo la card al costo di 28 euro per quattro persone (due adulti e due bambini, ndr) della durata di tre giorni che permette di visitarli tutti».

Il concorso va avanti per tanti mesi: «Non volevamo mettere fretta – dice Pierattoni – I musei da visitare sono quattro più la cattedrale la cui visita all'intercapedine è una volta al mese». «Un evento – termina il segretario della curia Gabriele Bresci – che vuole invitare alla conoscenza dei luoghi della nostra città».

Durante la presentazione dell'iniziativa, il direttore dei musei diocesani Claudio Cerretelli ha annunciato che il candelabro bronzeo a sette braccia realizzato da Maso Di Bartolomeo e conservato in Duomo andrà a Roma, ai musei vaticani, per una mostra sul Menorah.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare