Quotidiani locali

La volpe Cesarina la sera va a cena a casa del cacciatore - Video

Una straordinaria storia di amicizia tra umani e animali a Montepiano. Da due mesi un esemplare adulto ha preso l'abitudine di presentarsi alle sette a casa di Mara Gualtieri: "Ormai per noi è una di famiglia"

VERNIO. Mentre nelle sale cinematografiche si proietta "Il piccolo principe", la storia di amicizia fra una volpe e un principino, al Mulinaccio, frazione di Montepiano, va in scena una nuova fiaba, quella di Cesarina e di Mara Gualtieri. La prima una volpe femmina adulta, la seconda la moglie di un cacciatore. “Tutto è iniziato due mesi fa - racconta Mara - era una sera non freddissima e mio marito per caso ha aperto la porta d'ingresso e ha trovato sull'uscio la volpe. È stato bravo, ha represso il suo istinto da cacciatore e invece di imbracciare il fucile mi ha chiamata”.

La volpe Cesarina a casa del cacciatore L'animale ha preso l'abitudine di andare a cena da una famiglia di Montepiano (Vernio) e in paese non si parla d'altro

Così è iniziata un'amicizia che si è costruita giorno dopo giorno. “All'inizio - ricorda Mara - era timorosa, guardinga e soprattutto affamata. La prima sera le ho dato il mangiare dei cani che comunque ha gradito, poi,  quando ho visto che è diventata un ospite fisso a cena, mi sono attrezzata. Ora le rimedio piccoli bocconcini di carne. In realtà  all'inizio le davo da mangiare anche per evitare che uccidesse le galline del mio pollaio e di quelli dei vicini. Ora mi sono affezionata quindi lo faccio perché mi piacciono gli animali. Comunque, avendo la pancia piena, proprio non li considera i polli”. 

E quando inizia un rapporto d 'amicizia bisogna anche dare un nome a chi non ce lo ha. “Una sera mentre le mettevo la cena nella ciotola, c'è voluto qualche settimana perchè capisse che il cibo era in quella scodella, mi è venuto spontaneo chiamarla Cesarina, e da allora tutti la chiamiamo così, anche chi non vive con noi”. La storia di Cesarina e di Mara ormai è una leggenda a Montepiano. “Quando vado a fare la spesa - racconta la moglie del cacciatore - la gente mi ferma per avere notizie della mia nuova amica. Anche le mamme mi chiedono di poter portare i loro bimbi a vedere Cesarina". Per ora, però, è un rapporto un po' esclusivo. “Arriva di sera, di solito alle sette, e qualche volta salta l'appuntamento – racconta Mara – Io le lascio la porta socchiusa e la luce accesa. Quando arriva vediamo il suo musino fare capolino e allora ci tranquillizziamo. Da qualche giorno ha iniziato anche ad entrare in casa, cosa difficile per un animale selvatico. Ieri sera, per la prima volta, ha fatto anche il giro del tavolo dove noi stavamo cenando. Ormai è quasi addomesticata. Il mio sogno è di poterla accarezzare, ma per questo ci vorrà ancora un po' di tempo”.

Un'altra immagine della volpe...
Un'altra immagine della volpe Cesarina a casa Gualtieri

Che Cesarina abbia preso confidenza con la famiglia di Mara lo dimostra anche un altro episodio. “Prima di Natale avevo dimenticato di aprire la porta, così quando è arrivata ha trovato l'uscio chiuso, ma non si è sgomentata: ha iniziato a bussare con il muso. La porta è a vetri e quindi mi sono subito precipitata ad aprirle. Mi rendo conto che è un animale, ma questa storia mi piace moltissimo: non avrei mai immaginato di affezionarmi ad una volpe. Ormai la considero quasi parte della mia famiglia”.

I COMMENTI DEI LETTORI

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.