Menu

Vocabolario pratese-italiano / Lettera B

Le parole sulla bocca di tutti i pratesi: aggiungete le vostre tra i commenti alla lettera corrispondente

B

 

Bacchillone

Fannullone, perditempo

 

Bacchio

Pertica, bastone lungo usato per buttar giù la frutta dagli alberi

usato anche nell'espressione:  "Gli è più sudicio di un bacchio da pollaio". Anche: bacchiolo

(da Giacomo Bigagli)

 

Baiadera

 Una modesta abitazione a un piano con tetto a capanna, altrove conosciuta col nome di “viareggina”

(da Sandro Veronesi)

 

Balletto (in un)

In un balletto (alla svelta)

 

Ballotto

Castagna lessa

 

Balogio

Spossato, privato di vivacità per indisposizione o malinconia

“Tu se' balogio, che covi la febbre?”

 

Barbocchio

(germoglio di canna)

Ragazzo ingenuo e sprovveduto

 

Barbogio

Persona noiosa o poco intraprendente. Termine riferito spesso a persona anziana, mezza rimbambita e perciò noiosa, insofferente e brontolona

 

Barlaccio

Andato a male, detto di uova. In senso figurato: detto di persona malaticcia o di membra deboli (“Un' vengo alla festa, mi sento un po' barlaccio”) o anche di cosa poco riuscita o poco funzionante

 

Barroccio

Carro a due ruote trainato da animale per trasportare cose

 

Battuto (fare un)

Fare una carda, prendere a ceffoni o anche, in senso figurato, fare un rimprovero, una romanzina. "Icché gli ha combinato Artemio? Quande torna gli fo un battuto di quelli che se ne ricorda finché campa!” (dal termine “battuto” che indica una preparazione di base in molte pietanze costituita da un trito di ingredienti vari)
(da Giacomo Bigagli)

 

Bazza

Mento

 

Berciare

Gridare, parlare a voce alta (anche: sberciare)

 

Bernecche (in)

Sbornia, essere sbronzo (“al terzo bicchiere era già in bernecche”)

 

Biagiola

Scia di saliva dalla bocca (accento sulla prima “a”)

 

Biascicare

Rimuovere il cibo in bocca con molta saliva, senza masticarlo, specialmente detto di chi non ha denti.

 

Biascicotto

Boccone di cibo rigirato in bocca che non si riesce a inghiottire

 

Bica

Cumulo, catasta di cose. Grossa quantità. "Se unni scoppia oggi unni scoppia più! Gli ha mangiato in un secondo una bica di pastasciutta!"
(da Giacomo Bigagli)

 

Bicche-bocche

Deformazione dall'inglese "knicker-bocker", un tipo di tessuto sportivo e per cappotti con bozzoli colorati in rilievo.

 

Bigio

Con il significato di sporco, lercio
(da Giacomo Bigagli)

 

Bigongiòlo

Recipiente (termine usato anche per indicare una grande quantità: “Al mercato c'erano le pesche a poco, n'ho comprate un bigongiolo”)

 

Binde

Argano (la binda era una macchina azionata a mano per sollevare carichi)

“Per farti muovere ci vuol le binde (ci vuole fatica)”

 

Bindolo

Persona poco affidabile, che non paga quanto deve, che promette e non mantiene

 

Bioccolo

Fiocchi di lana o cotone ancora da filare; per estensione, piccolo ammasso di qualsiasi materia soffice o morbida (“un bioccolo di polenta”)

 

Birbone (birba)

Discolo, monello; come aggettivo: malizioso, fatto con furbizia e malignità: “mi ha giocato un tiro birbone”)

 

Biribaola

Sciocchezza, comportamento futile. Termine usato anche nel senso di: cosa riuscita per poco e per una casualità fortunata: “ha fatto un gol di biribaola” 

 

Biribissaio

Raggruppamento di persone che fanno rumore; chiasso, confusione
(da Giacomo Bigagli)

 

Birignoccolo

Bernoccolo

 

Birignoccoloso

Pieno di bernoccoli e di grumi

“Non la fa' troppo birignoccolosa”: evita le complicazioni

 

Bìschento

Forma “raffinata” e addolcita di "bischero" usata soprattutto dalle donne pratesi in quanto era disdicente e volgare il sostantivo primario.

"Nun lo fare i' bischento a scuola, pe' piacere!"
(da Giacomo Bigagli)

 

Bischero

Sciocco, stupido (“non fare i' bischero”)

Organo sessuale maschile

 

Boccalone

Persona che parla troppo, che racconta anche quello che non deve.

"Qui' boccalone di Eugenio gli ha raccontato tutto!"
(da Giacomo Bigagli)

 

Boccata

Caduta in avanti. "Sta' attento, c'è l' impiantito molle un t'unn'abbia a battere una boccata in terra"
(da Giacomo Bigagli)

 

Bocciòlo

Ano. “Stavolta tu' l'ha preso ne' bocciòlo...”

 

Bociare

Urlare, gridare (i'cché tu boci!)

idem, berciare

 

Bogare

Mettere un piede in una pozzanghera (usato soprattutto a Narnali e, più raramente, a Galciana)

(da Edoardo Nesi)

 

Bombardino

Persona vestita alla moda, di un'eleganza eccessiva, esibita per farsi notare: usato in tono ironico. "Eccolo qui' bombardino! E pare questo e quello!”
(da Giacomo Bigagli)

 

Borda

Espressione esclamativa che sta per “ancora!”, “di nuovo!”, “ci risiamo!”; per enfatizzare il ripetersi di un fatto per lo più problematico

 

Bordoni

Brividi (di freddo, di paura o di emozione: “quella musica mi fa venire i bordoni”)

 

Borraccina

Muschio

 

Borsicone

Tosse e raffreddore (“senti che borsicone tu hai”)

Anche: essere “rappreso”,

 

Bottega

Apertura lampo dei pantaloni. “Chiuditi la bottega, un si vo' vedé nulla”

 

Bozza

Pane di forma rotonda

 

Bozzo

Piccolo specchio d'acqua in un torrente (si pronuncia con Z dura)

 

Bracare

Ficcare il naso nelle cose delle altri (probabilmente da”brache”, mutande)

 

Brancicare

Toccare qualcosa o qualcuno in maniera maldestra e insistente; stropicciare. “Prendila bene la camicia, non la brancicare, l'ho stirata ora”

 

Brandano

Vestito di stracci, essere uno straccione

 

Brigiotto

Portare qualcuno “a brigiotto” (sulle spalle); anche “a brigidini”

 

Brincello

Lembo di carne o di altro (sinonimo di “brandello”: frammento, lembo di stoffa o di altro: fare qualcosa a brandelli)

 

Brindellone

Individuo alto e allampanato, poco attivo, lento nell'azione

 

Brizzolo

Sta per “brizzolato” nell'espressione: far venire i capelli grigi per la paura o per i rimproveri.

“Mario gli ha fatto tardi a i' bar, ora la su' moglie la lo fa brizzolo”

 

Brodo

Incapace. “Ma vaìa, tu se' un brodo”

 

Brodolone (sbrodolone)

Chi s’imbrodola mangiando e bevendo.

Talvolta sta anche per una persona che parla a vanvera o che non si fa capire quando parla.

(da Elena Tempestini)

 

Brucello

Ora di picco del caldo in una giornata estiva con il sole che batte (“non uscire sotto il brucello”)

 

Brusòtto (blusotto)

Giubbotto, giacchetto (dal francese “blouson”)
(da Giacomo Bigagli)

 

Bubbolare

Tremare dal freddo

 

Bubbù

Confusione, agitazione. “Fecero un gran bubbù”

 

Bucaiolo

Volgare da buco: omosessuale

 

Buccola

Orecchino

 

Bucicare, bucico

Muoversi irrefrenabilmente: “'icchettai, i' bucico?”; “Mettiti lì e non ti bucicare”: non ti muovere

 

Buco

Omosessuale

 

Buggerare

Ingannare, fregare, truffare.

Anticamente aveva anche il significato di “avere rapporti sodomitici”.  Le due cose si ritrovano insieme nell'espressione: “vai a farti buggerare” (equivalente di “vai al diavolo”, ma anche del più volgare vaffa...”).

 

Buggerone

Imbroglione.

Usato anche anche come aggettivo, sinonimo di “straordinario”, “eccezionale” (“Ho avuto una paura buggerona”).

 

Bugigattolo

Ambiente, stanza angusta (tipo ripostiglio)

 

Bulletta

Chiodo

 

Buriana

Chiasso, confusione (anche per i litigi). “Stasera l'è buriana”

 

Buricchiare

Spiare, guardare di nascosto. Guardare di nascosto chi fa l'amore

 

Buscare

Guadagnare: “con questo lavoro puoi buscare”

ricevere (cose negative: botte, ceffoni): “ne ha buscate di santa ragione”; “guarda che ne buschi”
 

Busillisse

Ostacolo, difficoltà (dal latino: in diebus illis)

 

Buttallaria

Proprio come dice il nome. Riferito molto spesso a bambini molto vivaci

"O buttallaria, che se' tornato dall' asilo?"
(da Giacomo Bigagli)

 

Butrione

Mangione, ingordo

 


AGGIUNGI UNA PAROLA NEI COMMENTI

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro