Quotidiani locali

Canone calmierato in 22 case in via di Gello

Ruspe delle Coop in azione all’ex Ippodromo, altrettanti appartamenti in vendita con lo sconto

PRATO. Casa dolce casa, anzi dolcissima se il risparmio sul portafoglio coniuga quello sulla bolletta. Ruspe in azione in via di Gello (area ex Ippodromo): sul piatto, 22 affitti a canone calmierato, fino a 450 euro al mese per gli alloggi con più vani, e altri 22 appartamenti di varie metrature in vendita a meno di 2mila euro a metro quadrato. In tutto 44 unità, ripartite tra due palazzine di cinque piani l’una. In tempi di crisi, qualcuno potrebbe farci un pensierino. C’è tempo fino alla primavera 2015 per pensarci, quando saranno pronti gli edifici realizzati dalle coop Edilcoop e Abitcoop, finanziati con il Fondo Housing Toscano attraverso la società Polaris Real Estate e la Cassa depositi e prestiti (investimento totale di 15 milioni di euro). Per i potenziali acquirenti, si tratta di un affare a buon mercato: gli appartamenti, che stanno prendendo forma su due lotti di terreno di proprietà comunale (tramite convenzione sono stati ceduti alle coop), costeranno da 150 a 250mila euro, con un risparmio del 30% rispetto agli attuali prezzi di mercato. «L’acquirente potrà versare il 15% del totale al momento della firma del preliminare d’acquisto – spiega Federico Bettarini, presidente di Edilcoop – per poi versare un ulteriore 15% quando il cantiere andrà avanti. Il restante 70%, in pratica, sarà sborsato dal futuro proprietario al momento in cui si ritroverà con le chiavi in mano». Due condizioni per gli aspiranti proprietari: non possedere già una seconda casa e non rivenderla per i primi cinque anni, in modo da evitare speculazioni immobiliari. Se è stato firmato già qualche preliminare d’acquisto, i futuri inquilini che aspirano a mettere piede in un alloggio a canone agevolato (dai 300 a 400 euro al mese) non dovranno avere un reddito familiare superiore a 38mila euro (per i lavoratori autonomi) e 50mila euro (per i dipendenti), oltreché non possedere altre case. Chi è interessato a far parte di questo piano di edilizia sociale agevolata può rivolgersi a Edilcoop e Abitcoop che raccoglieranno le domande riservandosi di verificare i requisiti presso il Comune per la locazione agevolata. Tutte le abitazioni sono in classe A, dotate di un’impiantistica ad alta efficienza energetica e che sfrutta la geotermia, ovvero fresche d’estate e calde d’inverno senza bisogno di accendere l’aria condizionata o il riscaldamento. Immancabile, una spruzzata di verde: intorno alle palazzine sorgerà un parco attraversato da una pista ciclabile. L’housing sociale affidato ai privati muove

così i suoi primi passi in Toscana: quello in via di Gello è il primo intervento del genere in questa area. Ai blocchi di partenza un altro cantiere, per un centinaio di abitazioni a Paperino che strizza l'occhio alle fasce sociali "deboli".

Maria Lardara

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista