Koralline dona 5mila euro per l’asilo

Terremoto: l’azienda italo-cinese ha deciso di aiutare i 170 bambini di Finale Emilia

    PRATO. Dallo stabilimento di Prato alla nota discoteca milanese “Old Fashion Cafè”, passando per Finale Emilia. E il party per presentare le nuove collezioni d’abbigliamento per la prossima stagione si riempie di generosità. Così moda e solidarietà vanno a braccetto. Soprattutto se c’è di mezzo l’azienda italo-cinese Koralline che non è nuova a queste iniziative. Metà italiana perché i 15 dipendenti sono tutti pratesi, metà cinese perché la proprietà dal 2005 è nelle mani del trentenne imprenditore Francesco Zhang che negli ultimi anni l’ha divisa con altri soci orientali.

    Stavolta il cuore di Koralline si è aperto verso i 170 bambini terremotati dell’asilo “Sacro Cuore” di Finale Emilia che, grazie a un assegno di 5mila euro staccato dall’azienda sino-pratese, potrà più velocemente risorgere dalle macerie dell’ultimo terremoto. L’obiettivo, in vista di settembre, è quello di rimettere in piedi la struttura lesionata dal terribile sisma, ben sapendo che quei 170 piccoli ospiti del “Sacro Cuore” stanno ora trascorrendo l’estate sotto un tendone da circo. E’ stato lo stesso don Gabriele, parroco di Sant’Agostino, a ritirare il frutto della generosa donazione durante una serata che si è svolta all’Old Fashion Cafè di Milano e che ha avuto come madrina d’eccezione La Pina di radio Deejay.

    Del resto a Koralline non mancano gli agganci nel mondo dello spettacolo visto che in passato furono scelte come testimonial per questo brand celebri bellezze come Fernanda Lessa e Juliana Moreira. Il “Koralline Summer dinner for Autumn collection” ha avuto così anche un risvolto in chiave di solidarietà. «Volevamo comunque contribuire nel nostro piccolo ad aiutare le popolazioni terremotate - sottolinea il direttore commerciale Federico Cortesi -. A metterci in contatto con la parrocchia di Sant’Agostino è stato il nostro ufficio stampa di Milano che aveva un proprio canale di conoscenze. E quando abbiamo proposto a La Pina di darci una mano, si è subito fatta avanti». Per la regola che “nessuno è profeta in patria”, forse la fama del marchio Koralline, lo stesso che ogni anno conquista le pagine di riviste specializzate da Cosmopolitan a Glamour, è più diffusa fuori Prato. «In realtà – precisa Cortesi - sulla donazione per l’Emilia abbiamo scelto di fare il meno rumore possibile, mantenendo per ovvi motivi un basso profilo». (m.l.)

    08 luglio 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ