Promossa la fiera al Banci commercianti soddisfatti

Dal gelato alla griglia, agli stand dei libri, ai formaggi: «Prato in questo momento ne ha bisogno». Tutto esaurito il primo maggio, si aspetta il bis nel weekend

    di Valentina Ceccatelli

    PRATO. Innovazioni e tradizione: benvenuti a Prato è fiera, la fiera di Prato e provincia: «Nello stand gastronomico siamo riusciti ad avere prodotti tipici di tutte le regioni - spiegano al banco delle informazioni - Prato ha il suo stand, Prato e gusto». All'interno, però, i banchi della Coldiretti e della Cia sono vuoti: «Loro sono contadini sul serio, e nei giorni feriali sono al lavoro - spiega Lirio Mangalaviti, che gestisce la libreria all'interno dello stand - il primo maggio, quando hanno aperto, hanno avuto grande successo e finito tutto. Torneranno sabato e domenica».

    Lirio Mangalaviti è il responsabile area editoriale ed eventi enogastronomici di Sicrea, azienda curatrice di eventi che ha lavorato anche per Prato è fiera: «Controllo il punto vendita in assenza del titolare della libreria La Rinascita, di Sesto Fiorentino - spiega - vengono presentati libri di cucina, e abbiamo pensato di far avvicinare ai libri anche chi non frequenta le librerie: i libri più venduti sono stati quelli per bambini, seguiti dai libri di cucina e narrativa». A novembre, Mangalaviti sarà in piazza del Duomo, a Prato, con DeGustibooks, fiera dedicata alla letteratura culinaria, con assaggi e incontri con gli autori.

    Oltre ai libri, sono presenti stand che coprono ogni tipo di attività: Mc Studio ha sede in via Cantagallo, a Prato, e si occupa di grafica di tutti i tipi, mentre Il Dragone, da Signa, si occupa di abiti da sposo, sposa e cerimonia: «Non vendiamo direttamente, ma sicuramente abbiamo guadagnato nuovi clienti - spiega Giuliano Giuntini che, con la moglie Emanuela Pinto, manda avanti l'azienda - alcuni abiti li compriamo già fatti, altri li disegno io su indicazione dei clienti. Sabato e domenica avremo due modelli, un uomo e una donna».

    Non solo espositori di aziende private, ma anche onlus come Una scuola per Haiti: «L'organizzazione ci ha dato lo spazio gratis, e viste le nostre finalità ne siamo orgogliosi - spiegano dallo stand - raccogliamo fondi per ricostruire una scuola ad Haiti, seguiamo 160 bambini e curiamo l'affidamento a distanza di altri 60. Nel giorno d'apertura l'affluenza è stata molto buona, e anche noi abbiamo raccolto abbastanza fondi: il nostro vicepresidente è sempre ad Haiti, tutti possono sapere cosa succede sul sito www.unascuolaperhaiti.it».

    Nel settore alimentare si trova il banco del Forno Santi di Migliana: «Per ora tanti assaggi e poche vendite - dice Alessandro Pagli - speriamo nel finesettimana. Avevamo letto di questa manifestazione in giro per Prato, e prima che la contattassimo noi ci ha chiamato la Cna. Una fiera del genere è molto utile: la pubblicità è fondamentale per noi, e per Prato, in un momento come questo». Oltre al forno ci sono lo yogurt e il gelato alla piastra di Daria Druzinina: «Siamo ambulanti, giriamo l'Italia - spiega - per ora ci sono stati pochi clienti, visto il maltempo, ma sabato e domenica dovrebbe andare meglio. Vendiamo lo yogurt e il gelato alla piastra, che facciamo mettendo il gelato su una piastra a 23 gradi sotto zero: il risultato è un gelato mescolato e più soft». «Una fiera del genere è utile - dice una coppia di avventori - Tutto questo porta persone, e sicuramente Prato ne ha bisogno».

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    04 maggio 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ