Quotidiani locali

qui granata 

I baby del Pontedera inaugurano la stagione e puntano in alto

Il ds Saviozzi: «Potenziato servizio medico e di trasporto» Prima squadra in campo domani in amichevole a Peccioli  

PONTEDERA

Domani alle 16,30 il Pontedera scenderà in campo a Peccioli, contro la Pecciolese, formazione che milita nel campionato di Promozione. Poi, un’altra amichevole verso la fine della settimana. Quindi, finalmente, l’inizio del campionato, fissato per il 16 settembre. Sabato si terranno i sorteggi per il calendario, e nello stesso giorno verrà resa nota anche la composizione dei tre gironi.

E mentre la prima squadra si prepara all’esordio stagionale in Serie C, la scuola calcio “Città di Pontedera” inizia la sua attività. Il responsabile dei baby granata è Marco Saviozzi, direttore sportivo dalla grande esperienza. Saviozzi ha lavorato con molte società, come Zambra, Cascina Calcio, Pontedera (ai tempi della serie D), dove ha anche vinto l’oscar come miglior direttore sportivo del settore giovanile.

Successivamente è andato al Valdera Calcio, dove ha vinto nuovamente l’oscar, sempre per il solito motivo, poi al Ponsacco e al Tau, prima del ritorno a Pontedera.

«Gli obiettivi principali della scuola calcio granata sono due e sono uno la conseguenza dell’altro. Il primo - spiega Saviozzi al sito ufficiale dell’Us Città di Pontedera - è quello di accorciare il gap nei confronti di società più blasonate che hanno esperienza nel settore giovanile ormai decennale. Questo sarà possibile grazie agli investimenti che la società ha fatto negli impianti sportivi, fiore all’occhiello trai i più importanti della Toscana e nei trasporti, che sono assicurati al 90% degli iscritti». Saviozzi prosegue: «Anche nel reparto sanitario sono stati fatti dei passi in avanti.-È aumentato il numero dei massaggiatori e fisioterapisti a disposizione degli atleti ed in più è stata fatta una convenzione con la società Team Medical, che monitorerà durante tutto l’anno gli atleti del Pontedera, dalla prima squadra fino alla scuola calcio. Il secondo obiettivo - prosegue il direttore sportivo della scuola calcio del Pontedera - è quello di creare dei calciatori, mettendo a disposizione dei nostri giovani atleti tutto quello

di cui hanno bisogno non esercitando su di loro alcuna pressione nella loro attività e mettendoli nella condizione di divertirsi e di praticare lo sport più bello del mondo con serenità e con una certa spensieratezza, rendendoli però consapevoli della scelta che hanno fatto». —

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro