Quotidiani locali

qui nerazzurri 

Capitan Mannini lascia il Pisa anche Giannone in partenza

Oggi ci sarà il doppio annuncio, si attende a breve pure l’ufficialità dell’arrivo  del centrocampista Matteo Calamai, classe 1991, proveniente dal Cosenza 

storo

L’ultimo allenamento con i compagni, quello della mattina, diretto da Luca D’Angelo e Riccardo Taddei, e poi la partenza.

Ieri mattina abbiamo visto al “Grilli” gli ultimi palloni calciati da Luca Giannone e dal capitano Daniele Mannini in nerazzurro: per il primo la destinazione probabile è Catania; per il secondo non si sa, anzi niente faceva pensare, a inizio ritiro, che il rapporto potesse finire così presto anche se da diversi giorni la società gli aveva proposto un “incentivo all’esodo” non ritenendolo più al centro del progetto tecnico anche se aveva un altro anno di contratto.

A fine seduta, ieri mattina, Mannini ha maturato la sua decisione: ha comunicato ad Ds Gemmi la sua decisione di accettare le condizioni della società e ha fatto ritorno a Pisa dove oggi firmerà la rescissione.

Sarebbe arrivato qualche ora dopo ma appare più semplice l’addio di Giannone, che era “promesso” al Catania, club per il quale dovrebbe firmare a breve raggiungendo la squadra di Sottil a Torre del Grifo nella provincia etnea.

Questo però non è ancora sicuro: il Pisa e il giocatore stavano lavorando su questa ipotesi, ma ci sono altre squadre interessate al giocatore.

È stato il portale tuttoc. com, ieri pomeriggio, a rivelare la partenza di Giannone, i cui particolari non sono stati confermati dalla società.

Daniele Mannini, classe 1983, vanta 428 presenze tra i professionisti (più una in D) con 43 gol: al suo attivo 18 stagioni delle quali 7 in A e 4 in B. Il Pisa lo prelevò dal Viareggio nel 2002 e da Pisa spiccò subito il volo per la A (Brescia), tornando in nerazzurro per sei mesi nel gennaio 2014 e poi, dopo un anno al Lecce, nel 2015 rimanendovi sino a ieri: in tutto 139 presenze e 18 gol. È stato uno dei giocatori più determinanti nella cavalcata di due anni fa verso la B, meritandosi ampiamente la titolarità della fascia di capitano che gli attribuì Gattuso.

Nella passata stagione è stato messo un po’da parte, oltre che utilizzato quasi sempre nello sbagliatissimo ruolo di terzino, e alla fine qualcosa si è rotto fra lui e la società. È possibile che la fascia di capitano passi ora a Davide Moscardelli in quanto giocatore più carismatico della squadra.

Luca Giannone, attaccante classe 1989, è arrivato l’anno scorso in nerazzurro dove ha giocato 25 partite segnando 2 gol; in carriera vanta 238 partite fra B, C1 e C2 con 59 gol. Giocatore di indubbio talento, ha pagato molto gli equivoci tattici e ii cambi in panchina, rendendo di fatto molto meno di quanto il suo valore tecnico facesse sperare.



Le uscite non sono sicuramente finite: dopo quelle già maturate di Lisuzzo (per fine contratto) e di Peralta (passato al Novara) sulla lista di partenza ci sarebbero Eusepi, Negro, Verna, Cardelli e forse Maltese e altri ancora. Intanto, secondo quanto riporta tuttomercatoweb. com, Salernitana (che vorrebbe anche Gucher), Brescia e Craiova (terza nella A rumena e vincitrice della Coppa nazionale, farà l’Europa League; l’allenatore è Devis Mangia) vorrebbero Gianmarco Ingrosso.

Ma il Pisa farà un ultimo tentativo per non perdere il difensore classe’89 offrendogli il rinnovo con adeguamento del contratto.

E in entrata? La squadra va chiaramente completata

perché nonostante l’abbondanza – anche eccessiva – di giocatori in rosa, alcuni ruoli sono del tutto scoperti. Il primo arrivo dopo Moscardelli e Meroni dovrebbe essere a questo punto il centrocampista classe 1991 Matteo Calamai proveniente dal Cosenza. –



TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro