Quotidiani locali

Luca Zamparo e i granata un amore già sbocciato

Il centravanti classe 1994 ha attirato la curiosità e l’interesse del dg Giovannini ma ha ancora un altro anno di contratto con il Cuneo che lo vuole trattenere 

PONTEDERA. Luca Zamparo e il Pontedera. Storia di un amore che è già sbocciato, ma che per consacrarsi deve ancora superare parecchi ostacoli. Il centravanti classe 1994 che ha attirato la curiosità e l’interesse del dg granata Paolo Giovannini ha ancora un altro anno di contratto col Cuneo. Lui vuole il Pontedera, ma in Piemonte non c’è la volontà di lasciarlo partire. Il Cuneo con ogni probabilità tenterà un’ultima offerta per trattenerlo, dopodiché tutto dipenderà dalla volontà di Zamparo.

Trattativa insidiosa, che però ha buone possibilità di andare in porto felicemente per il club granata. Pare addirittura che Giovannini sia intenzionato a concludere tutto entro la fine della prossima settimana. Cosa piace di Zamparo a Giovannini? Tutto. Ha fisico, ha un mancino potente e preciso e ama aiutare la squadra, non limitandosi al solo ruolo di punta centrale.

La dirigenza del Pontedera crede che il calciatore sia destinato ed esplodere, e se lo facesse sul prato verde del Mannucci questo vorrebbe dire tanti soldini in entrata nelle casse della società del patron Paolo Boschi. Soldini che invece potrebbero non arrivare dalla cessione di Mario Gargiulo alla Salernitana. I campani hanno offerto un triennale al centrocampista classe 1996, che però ha deciso di prendere tempo.

L’atteggiamento di Gargiulo rischia di spazientire la Salernitana, che non è lontana dall’abbandonare definitivamente il tavolo della trattativa. Aumentano, dunque, le chance di vedere il mediano napoletano per un’altra stagione con la maglia del Pontedera. La stessa che potrebbe smettere di indossare Riccardo Calcagni: c’è la Ternana su di lui, ma l’affare non è ancora entrato nel vivo. L’operazione è nella prima fase di studio, quella in cui il procuratore del calciatore e il club parlano senza impegno, cercando di capire se esistono o meno i margini per concludere il trasferimento.

Il Pontedera di fronte a una bella offerta economica lascerebbe partire senza problemi il centrocampista nato nel 1994. Partenza all’orizzonte per Domenico Frare. Il difensore del 1996 è seguito con attenzione dal Padova, che sta provando ad accelerare la trattativa. Occhio però anche al Livorno, che sta recuperando terreno.

Ieri, intanto, è stato ufficializzato l’esterno sinistro

Andrea Masetti, classe 1998, in prestito dal Sassuolo. Giovannini lavora a Jacopo Giuliani, anche lui laterale mancino, del 1999, in prestito dallo Spezia, che non è convintissimo di lasciarlo partire.

Tommaso Silvi

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro