Quotidiani locali

Pontedera in attesa di svelare mister x

Tanti nomi per l’attacco granata in vista dell’anno prossimo Ma il dg Paolo Giovannini ha in serbo una grossa sorpresa

PONTEDERA. Altri cinque giorni per cominciare a sentire parlare di affari chiusi. Paolo Giovannini ha tutto chiaro in testa, e ha già avviato molte trattative, in entrata e in uscita. Ma non è ancora il momento degli affondi finali, e quindi neppure delle ufficialità. Quello della prossima stagione sarà un Pontedera giovane, come comandano le linee guida del club, ma comunque competitivo. Un mix tra giovani ed esperti.

L’idea del direttore generale granata è quella di inserire massimo sei giocatori nati prima del 1995 all’interno della rosa da consegnare mister Ivan Maraia. Tra questi ci sarà anche Federico Vettori: il centrale classe 1982 sta recuperando dall’intervento di pulizia al menisco del ginocchio sinistro, e nei giorni scorsi ha raccontato al giornale Il Tirreno di non avvertire più quel dolore che lo ha costretto a saltare una grossa fetta di stagione. A 36 anni il “Guerriero” ha voglia di tornare protagonista. E Giovannini non vede l’ora di ammirarlo all’opera: «Vettori per noi è un giocatore fondamentale, credo che rappresenterà un punto fermo nella prossima stagione. Per questo motivo – spiega il dg – non è nei nostri programmi di acquistare un calciatore d’esperienza nel reparto centrale della difesa. Puntiamo su di lui e su Borri, che può tranquillamente ricoprire quella posizione».

Dalle certezze, ai punti interrogativi. Gargiulo e Frare sono sul piede di partenza. E se per il centrocampista la destinazione è sicura, la Salernitana dovrebbe chiudere a giorni l’affare col Pontedera, per il difensore del 1996 è lotta a due tra Padova e Livorno, coi veneti favoriti. Dubbi anche sul futuro di Pinzauti: l’attaccante sta bene a Pontedera, Giovannini non vuole cederlo, ma il Carpi lo segue con attenzione. Se gli emiliani presentassero un’offerta importante, la situazione cambierebbe radicalmente.

E poi c’è la questione “mister X”: quel centravanti che da settimane si scambia messaggi col dg Giovannini, ma che ancora non ha nome né cognome. Dell’Agnello del Livorno, Pozzebon del Catania, Jukic della Sangiovannese e Ferri Marini del Forlì sono i nomi emersi nelle scorse settimane, ma la sensazione è che nessuno di questi sia davvero “mister X”. Giovannini, tanto per cambiare, ha un coniglio nel cilindro. E sta solo aspettando il momento giusto per tirarlo fuori e lasciare tutti senza parole. D’altronde, se a Pontedera è stato

ribattezzato “Il fenomeno” un motivo c’è. «La squadra per la prossima stagione – conclude Giovannini – è già fatta nella mia testa. Ora devo solo sistemare tutti i tasselli, ma non ho fretta. Ci sono club in C che non hanno ancora un allenatore».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro