Quotidiani locali

il punto sul campionato di serie d 

Si gioca a ritmi da catena industriale, rossoblù pronti all’esodo

Alla faccia di Stachanov. Non c’è Torneo di Viareggio (serie D ferma in tutta Italia), pioggia e grandine che tengano. Nel girone D ormai si gioca anche di notte per riuscire a recuperare le tante...

Alla faccia di Stachanov. Non c’è Torneo di Viareggio (serie D ferma in tutta Italia), pioggia e grandine che tengano. Nel girone D ormai si gioca anche di notte per riuscire a recuperare le tante gare rinviate. Tra lampi e tuoni e giocatori con la calottina in testa, invece della divisa sociale, fra sabato e domenica sono andate in scena ben sette partite. E non è finita qui perché domani sono in calendario altri due recuperi.

Mettetevi comodi e facciamo un po’ d’ordine, partendo dall’alto. Gianluca Righetti era un bell’esterno offensivo. In Toscana se lo ricordano bene i tifosi di Prato, Empoli e Lucchese. Correva forte, ma sta guidando male una Ferrari come il Rimini, il cui motore soffre se viaggia in prima: nel testa-coda sul campo della traballante Colligiana è uscito il terzo X in quattro settimane. I fiorentini di Carobbi sentitamente ringraziano, ma soprattutto si ringalluzzisce l’intrepida Imolese, spettatrice interessata costata più del Serchio ai lucchesi, che ha rosicchiato ai cugini 6 punti in 3 settimane e si trova a -5 dalla vetta. In attesa dell’imminente scontro diretto la Sangiovannese rivendica la leadership regionale, davanti all’odiata nemica Aquila Montevarchi, caduta a Cesena per mano del Romagna Centro. Il successo casalingo sul Sasso Marconi pone il glorioso sodalizio del Marzocco a ridosso dei playoff. Detto ciò, scendendo tristemente la graduatoria, si mette male per i bianconeri del Sansepolcro, sconsolati ultimi della fila, sconfitti nello scontro diretto dal Mezzolara. Risultato poco gradito al Tuttocuoio, fermato sullo 0-0 interno sabato dallo Sporting Trestina e raggiunto dallo stesso Mezzolara. È altrettanto vero che i neroverdi pisani devono ancora recuperare la gara esterna col Sasso Marconi. È comunque presto per calcoli e tabelle e domani alle 14, 30 la Pianese, abbastanza tranquilla, va a far visita alla Vigor Carpaneto, mentre alle 15 c’è Villa Biagio- Forlì

Nell’altro girone è cominciata la lunga settimana che porterà il Ponsacco di Maneschi alla sfida dell’anno con la Sanremese, sulla riviera di Ponente. La madre di tutte le

partite della D. Grande mobilitazione del popolo rossoblù con almeno cinque bus pronti per l’esodo, più mezzi propri o in leasing, al grido di “Soli a giro per il mondo non ci andrete mai”. In inglese pare si traduca “you’ll never walk alone”. E chi sta a casa non sa cosa si perde.

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro