Quotidiani locali

Pontedera forza quattro anche con il Poggibonsi

Dopo quello rifilato al Modena in Coppa, altro poker nell’amichevole di ieri A segno Disanto (doppietta), Pesenti e il giovanissimo Malih classe 2000

PONTEDERA. Pontedera a forza quattro. Dopo il poker sul Modena in Coppa Italia, ieri è arrivato quello contro il Poggibonsi in amichevole. Sempre al Mannucci. Certo, la gara con i giallorossi, impegnati nel campionato di Eccellenza, ha significato profondamente diverso rispetto al match coi canarini di domenica scorsa, ma ha rappresentato comunque un passaggio importante nell’avvicinamento al campionato dei granata.

Turnover. Mister Ivan Maraia ha potuto osservare per quasi un’ora di gioco una formazione completamente rivoluzionata rispetto a quella schierata nella prima uscita ufficiale della stagione. Senza Contini, Spinozzi e Grassi, fuori a scopo precauzionale, oltre agli infortunati Bonaventura e Tofanari, il Pontedera è sceso in campo con Biggeri tra i pali, protetto da Borri, Ferrari e Romiti. A centrocampo Pandolfi, supportato da Malih e Paolini. Sugli esterni Posocco e Mastrilli. Pinzauti e Benericetti in avanti. Buon ritmo fin da subito, coi granata che collezionano sei calci d’angolo nei primi venti minuti di gioco. Mastrilli, pimpante sulla corsia mancina, è il primo che prova bucare la porta di Lampigiano, che prima alza bene sopra la traversa poi soffia sul pallone che passa vicino al palo e va sul fondo. Il Poggibonsi tenta la risposta in contropiede, ma il tris di centrali granata se la cava bene e argina ogni possibile pericolo.

Largo ai giovani. A sbloccare il risultato è il giovanissimo Hamza Malih. Origini marocchine, baricentro basso e un passo più che interessante. È un classe 2000, ma fa già intravedere colpi sfiziosi. La prima rete coi grandi arriva dopo un’azione insistita in area di rigore. Malih, portato a Pontedera dall’Empoli, tre anni fa, dall’allora responsabile del settore giovanile, Daniele Zini, nel gennaio scorso si è messo in evidenza con gli Allievi nazionali. Dopo un paio di allenamenti in prima squadra, Paolo Indiani chiese di averlo in pianta stabile durante la settimana. Quest’anno ha iniziato il ritiro con la prima squadra e sta confermando i giudizi positivi su di lui. Deve ancora crescere, ma le basi per una carriera ricca di soddisfazioni ci sono tutte. E si vedono. Anche Benericetti, altro 2000, ieri è stato provato dal primo minuto: buona la sua prestazione. Nella ripresa sono entrati altri prodotti del vivaio granata: Cavalli (2000), Borgioli e De Stefano (1999).

Doppietta. Il Pontedera lo ha inserito nella lista dei partenti già da diverse settimane. Nell’attesa di trovare una nuova sistemazione, Francesco Disanto si è messo in luce nel test match di ieri siglando la doppietta che ha portato il parziale sul 3-0. Prima un sinistro potente da centro area al termine di una cavalcata personale, poi un calcio di punizione delizioso dal limite dell’area. Il quarto gol è stato messo a segno Pesenti, al posto giusto nel momento giusto sugli sviluppi
della respinta d’un difensore avversario. L’unico dei convocati a non mettere piede in campo è stato capitan Vettori, a riposo dopo le fatiche di coppa. Prossima amichevole per i granata fissata per sabato 12 alle 17 al Mannucci contro il Montecatini.

Tommaso Silvi

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista