Menu

Pontedera. Slitta ai primi di luglio la “missione ripescaggio” a Roma

Orsini: «Onorato di essere il presidente del centenario»

 PONTEDERA. E' stato reso noto in settimana il cambio al vertice nell'Unione sportiva Città di Pontedera. L'ormai ex presidente Maurizio Casalini ha ceduto infatti la carica ad uno dei soci granata: Tiziano Orsini. Ma le novità non finiscono qui. Dopo l'annuncio dell'uscita dalla società degli imprenditori calzaturieri Luciano e Marco Barachini, i timori di un ridimensionamento del gruppo sono stati spazzati via dall'ingresso di due nuovi soci: Marcello Pantani, titolare del negozio Ideal Bimbo di Fornacette, e Franco Donnini, imprenditore nel reparto metalmeccanico.  Oltre a Pantani e Donnini sarebbero poi almeno altri due gli imprenditori pronti all'ingresso in casa granata.  Intanto con la rotazione della carica di massimo dirigente cambia anche il consiglio d'amministrazione del club che sarà composto, oltre che dallo stesso Orsini, da Maurizio Casalini che assume il ruolo di vicepresidente, da Stefano Susini che si occuperà, insieme al presidente, della gestione amministrativa, dal nuovo socio Marcello Pantani, che avrà la delega al settore giovanile, e dall'assessore allo sport del Comune di Pontedera Matteo Franconi.  A Tiziano Orsini dunque il compito di tenere le fila societarie in un momento particolare: il 2012 infatti sarà l'anno del centenario. È passato un secolo da quando la vecchia U.S. Pontedera 1912, poi sostituita lo scorso anno dal Città di Pontedera, è stata fondata.  «Sono onorato di essere il presidente in un anno così significativo come il 2012 - ha affermato Tiziano Orsini - tengo a sottolineare che noi non abbasseremo l'impegno economico, faremo domanda di ripescaggio in Seconda Divisione, se però sarà ancora serie D vogliamo comunque allestire la squadra per un campionato di vertice». Ed è infatti proprio il ripescaggio l'altro nodo da sciogliere: slitta ai primi di luglio la "spedizione" in Federazione della compagine pontederese, guidata dal sindaco Simone Millozzi, che si recherà a Roma per tastare il terreno e imboccare la strada per salire tra i professionisti, anche se poi tutto dipenderà dai posti disponibili e dalle squadre che rinunceranno all'iscrizione in Lega Pro.  Intanto, nonostante l'incognita della categoria, il direttore sportivo Umberto Aringhieri, riconfermato per il prossimo anno insieme all'allenatore Marco Masi, si è già
messo al lavoro per comporre la rosa 2011/2012: la volontà della società è quella di far restare gran parte dei calciatori della stagione appena conclusa, anche se con molta probabilità Fiasconi e Mordagà lasceranno la casacca granata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare