Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

L'eroe Sandro Mazzinghi: il calore della gente, gli affetti familiari e la vita in palestra

In questi sei scatti-simbolo la carriera del grande campione pontederese Alessandro Mazzinghi. Il prossimo 27 maggio al Teatro Era il comune celebra i 50 anni dall'indimenticabile titolo mondiale (foto dal libro "Mazzinghi. Un eroe del '900" di Riccardo Minuti, Tagete edizioni)

La folla in attesa di Mazzinghi davanti al Comune al suo rientro da San Siro dopo aver vinto il titolo mondiale dei Superwelter nel 1968.
Sandro Mazzinghi con il fratello Guido in un momento di relax. I due erano molto legati da questo sport, la passione per il pugilato li ha accompagnati durante tutta la loro vita.
Sandro Mazzinghi con mamma Ernesta. «Quante nottate le ho fatto fare», così commenta il campione mondiale.
Sandro Mazzinghi con il fratello Guido in palestra durante un allenamento per prepararsi a un incontro.
Il campione mondiale durante alcuni esercizi per mantenere la forma fisica necessaria ad affrontare avversari del calibro di Benvenuti e Ki Soo Kim.
Un’altra immagine del pugile pontederese mentre salta la corda nella palestra in cui si allenava.
L'eroe Sandro Mazzinghi: il calore della gente, gli affetti familiari e la vita in palestra