Quotidiani locali

IL CASO 

Le staccano l’acqua in casa «Un’odissea per riaverla»

Protesta una funzionaria del Parlamento europeo originaria di Pontedera «Situazione inaccettabile il servizio non può venire meno»

CHIANNI

«L’acqua è un bene essenziale. Non si può rimanere senza». È furente Anna Murgiannis, pontederese di origini e funzionaria del Parlamento Europeo. Il motivo? Secondo la sua testimonianza, Acque Spa avrebbe provveduto alla piombatura del suo contatore dell’acqua. Così facendo, Anna si è ritrovata senza acqua, nel pieno dell’estate.

«Una situazione inaccettabile – racconta – perché questo è un servizio di pubblica utilità, e non può mai venir meno. Facciamo un riepilogo. Anna vive e lavora a Bruxelles, in Belgio, una delle sedi dell’assemblea. A Chianni, dove con la famiglia torna nei periodi di vacanza, ha una casa che, una volta in pensione, sarà quella in cui abiterà stabilmente. Ma quest’estate, tornando dal Belgio, ha trovato una brutta sorpresa.

«Lunedì mi trovavo in cucina, e l’acqua scorreva regolarmente – spiega – ma ad un certo punto, si è fermata».

Dopo aver chiesto ad una vicina se anche lei avesse riscontrato lo stesso problema, Murgiannis si è accorta che c’era qualcosa che non andava con il suo contatore. A questo punto, il primo contatto telefonico con Acque.

«Ho segnalato il guasto – continua – e dopo poche ore è arrivato il tecnico». Neppure il tempo di farsi un’idea, che la soluzione era già stata trovata: il contatore era stato piombato. «Ho richiamato subito – spiega – e mi è stato detto che l’acqua era stata staccata per via di un mancato conguaglio di poco più di cento euro, risalente allo scorso dicembre».

Pur avendo affidato le proprie utenze alla banca, il conguaglio non può essere saldato in quanto contestabile.

«Allora – prosegue – ho fatto immediatamente il pagamento attraverso l’home-banking, davanti al tecnico stesso». Tutto ciò, però, non è bastato a ripristinare i rifornimenti d’acqua.

«Ho inoltrato il documento del pagamento ad Acque via mail – afferma Murgiannis – e ho chiamato e richiamato, senza avere risposta».

Fintantoché il servizio clienti di Acque non prende visione della mail, però, nessuna operazione può essere fatta. «Il tecnico, che era lì mentre pagavo, non è potuto intervenire – spiega – perché serviva l’autorizzazione».

Domani Murgiannis tornerà a Bruxelles, e l’acqua non è ancora tornata. Per Anna, questo è uno dei controsensi della burocrazia. «Nessun paragone con il Belgio – commenta – ma dal mio Paese, e dalla Toscana, non mi aspettavo una cosa del

genere». Soprattutto, facendo riferimento a chi, da queste parti, viene in vacanza. «Si immagini chi viene qua per turismo e non parla la lingua – conclude – in un caso simile, cosa avrebbe dovuto fare? » . –

PIETRO MATTONAI

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro