Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
Un eliporto e una scuola di volo nel futuro di Castelfranco
impianti 

Un eliporto e una scuola di volo nel futuro di Castelfranco

Il consiglio comunale dà il via libera alla variante per realizzare la struttura. La domanda per la costruzione è stata presentata da Rotor Service Helicopter

CASTELFRANCO DI SOTTO. Scuola di volo ed eliporto in arrivo grazie all’investimento di un’azienda che opera nel settore dei velivoli leggeri. A dare il definitivo via libera è stata l’amministrazione locale attraverso una variante al regolamento urbanistico approvata nel consiglio comunale del 31 luglio e votata da tutti i consiglieri compresa l’opposizione.

In via Aiale. La stazione di atterraggio per elicotteri, dedicata a velivoli di piccole dimensioni, sorgerà in fondo a via Aiale, in un sito che già da qualche tempo era stato prediletto da vari elicotteri, soprattutto in situazioni di emergenza, per effettuare atterraggi. La domanda di costruzione di questo spazio è stata avanzata dalla Rotor Service Helicopter, azienda di Castelfranco di Sotto che opera nel settore dei velivoli leggeri. Un intervento urbanistico porterà la realizzazione di uno spazio per il volo degli elicotteri, quindi per l’atterraggio e il decollo e che prevede anche il recupero di un immobile che probabilmente sarà utilizzato a servizio dell’attività di volo.

Mezzi di pubblica utilità. Non solo: nelle schede tecniche della variante al regolamento urbanistico si legge anche che lo spazio sarà al servizio della collettività per quanto riguarda l’attività di decollo, atterraggio e manovra dei mezzi di pubblica utilità. Un passaggio non da poco visto che permetterà al Comune di Castelfranco di non utilizzare più per l’atterraggio degli elicotteri il campo sportivo, ma consentirà di avere uno spazio sempre disponibile in caso di emergenza. Una decisione in linea con quanto deliberato anche nei comuni vicini a cominciare da Santa Croce, dove nell’ambito del nuovo piano di protezione civile è stato inserito recentemente il progetto di un eliporto notturno al campo sportivo Silvano Buti.

Elisoccorso. In particolare il sito castelfranchese sarà determinante per l’atterraggio dell’elisoccorso sanitario della Regione Toscana Pegaso, ma nella variante non si esclude che possa essere utilizzato anche per i velivoli dei vigili del fuoco, dei carabinieri, della polizia di Stato e della protezione civile in caso di emergenza.

Strutture di servizio. Il nuovo eliporto, secondo i documenti depositati al Comune di Castelfranco, sarà dotato di una serie di strutture di servizio che però verranno realizzate in materiale leggero in modo che, qualora l’attività dell’azienda dovesse venire meno o cambiare scopo, potranno essere rimosse rapidamente. In sostanza l’indicazione è che vengano utilizzati materiali tecnologicamente avanzati e facilmente rimovibili. L’intera struttura avrà quindi vari scopi, oltre a quello di favorire lo sviluppo del volo leggero con elicotteri in grado di portare una o due persone per viaggi fino a 400 chilometri, settore in forte espansione soprattutto per fini commerciali a servizio alle aziende del territorio e del Valdarno.

Scuola di volo. Altro scopo sarà quello dello sviluppo di una vera e propria scuola di volo, accoglienza dei piloti nelle strutture a servizio,

deposito dei velivoli e ovviamente lo scopo principale il decollo, la manovra e l’atterraggio degli elicotteri. Complessivamente il campo per gli elicotteri avrà una superficie di novecento metri quadrati lungo via Aiale in località Cascina Aiale. –
BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro