Quotidiani locali

Cinque negozi innovativi con i contributi del Comune

Sono attività gestite da giovani tra cui spicca un centro benessere per animali. Apriranno entro la fine dell’anno e daranno lavoro a una decina di persone

PONTEDERA. Il commercio nel centro di Pontedera riparte... da cinque. Tanti sono i progetti presentati in occasione del bando lanciato nei mesi scorsi dal Comune per lo sviluppo del commercio in centro, che assegna un finanziamento a fondo perduto di 2.500 euro, oltre ad alcuni sconti sulle tariffe per insegne e occupazione di suolo pubblico, a negozi di nuova generazione che non siano bar, pizzerie, esercizi legati al mondo delle scommesse, in franchising o catene. «Cinque nuovi negozi, ma sarebbe meglio chiamarle botteghe – dice la vicesindaca Angela Pirri – portatrici di elementi di novità» e che apriranno entro l’anno, dando lavoro a poco più di una decina di persone. Imprenditori per lo più giovani, alcuni nati negli anni Novanta, che hanno voluto puntare su attività originali per un centro storico, strizzando spesso l’occhio al commercio on-line e a mix audaci. Vediamo quali sono: un negozio di prodotti di cosmetica in via del Teatro, con previsione di quattro assunzioni, per la vendita di prodotti in arrivo da Stati Uniti e America Latina, che organizzerà anche corsi di formazione per parrucchieri e privati, offrendo un servizio di e-commerce a disposizione anche degli operatori del settore spesso alle prese con l’obbligo di acquisti all’ingrosso; “Vivo! ”, libreria “meditativa” tra volumi e bar in via Rossini, con organizzazione di corsi di formazione e attenzione alle case editrici indipendenti; una bottega dedicata all’oggettistica vintage in via Gotti, con organizzazione di eventi in lingua inglese e possibilità di esporre opere d’arte; un negozio di abbigliamento e prodotti in cotone certificato biologico in via Palestro, con particolare riferimento ai bambini e possibilità di fungere da base, anche qui, del commercio on-line. Infine, in via Belfiore, un negozio molto particolare dedicato agli amici a quattro zampe, messo in piedi dalla giovane titolare di un master in toelettatura per animali domestici, che si occuperà anche della vendita di prodotti dedicati e garantirà veri e propri massaggi per cani, come in una vera Spa. «Un buon inizio» lo definisce Pirri, che rilancia il bando anche per l’anno prossimo, quando lo stanziamento totale sarà maggiore e raggiungerà i 30.000 euro. «Il progetto prevede 2. 500 euro per ogni nuova attività: possono sembrare pochi, ma iniziative simili sono state portate avanti in città ben più grandi, come a Modena, dove il Comune ha investito nell’apertura di dieci negozi. In centri più vicini, poi, spesso la proposta non è stata compresa dagli imprenditori e i bandi sono andati deserti. Noi nel primo anno partiamo con cinque nuove attività». Per la vicesindaca il rilancio passa anche da un cambiamento di mentalità dei proprietari dei fondi. «Non siamo a New York – sottolinea –

È ovvio che continuare ad affittare a catene e negozi in franchising conviene, perché sono soggetti che possono permettersi di pagare affitti più alti. Ma se vogliamo davvero rilanciare Pontedera e la sua identità, dobbiamo tutti venirci incontro e guardare al centro storico con nuovi occhi».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro