Quotidiani locali

Si calano da sette metri per svaligiare un negozio di bici

Venticinquemila euro di danni nell’attività di Roberto Iacopini. Il colpo scoperto alla riapertura dopo la pausa del weekend

PONTEDERA. Non sembra essere stato un furto su commissione o di quelli mirati, visto che i ladri hanno rubato biciclette da 1.500 euro e ne hanno trascurate altre da 7.000.

Tuttavia i malviventi che durante il fine settimana hanno preso di mira il negozio di biciclette “Iacopini” in via Pisana a Pontedera, non erano proprio degli sprovveduti almeno nell’organizzazione del colpo.
Perché per entrare nel negozio di biciclette e ricambi non hanno esitato a salire sul tetto, sono andati alla ricerca dei lucernari che hanno delle tegole di vetro e, una volta spostatele, si sono aperti dei passaggi per poi calarsi da circa sette metri di altezza.

Non è escluso che qualcosa o qualcuno li abbia disturbati: potrebbero dunque avere lasciato il lavoro a metà. E questo spiegherebbe, ma è solo una prima valutazione, come mai non hanno aperto il registratore di cassa e hanno lasciato al proprio posto biciclette che hanno un valore commerciale di rilievo.

A rendersi conto della visita dei malviventi è stato il proprietario, Roberto Iacopini, quando lunedì pomeriggio ha aperto la sua attività dopo la pausa del fine settimana.

«Devo dire che sono stati abili – racconta –: si sono calati dal tetto dopo avere spostato la copertura di vetro e sono “arrivati” proprio sul bancone. Hanno preso qualche bicicletta usata, alcune nuove, compresi modelli in fibra di carbonio. Bici da corsa e mountain bike».

Dopo la sorpresa iniziale, Iacopini ha chiesto l’intervento dei carabinieri della compagnia di Pontedera ai quali ha denunciato il furto. Una pattuglia di militari è arrivata nel negozio di via Pisana per ricostruire come era avvenuta la visita notturna e avere un’idea di come avevano fatto i malviventi a entrare in azione.
Dallo spazio che si sono aperti sul tetto, si può pensare che chi è entrato in azione non fosse particolarmente robusto. Ipotesi che al momento, in mancanza di altri elementi, sembrano destinare a restare tali.

Un furto non di poco conto comunque, anche se il commerciante si è riservato di presentare una denuncia più dettagliata in cui quantificherà il danno.

«Non saprei dire con esattezza il valore complessivo delle biciclette che sono state rubate. Ma tra i danni e la merce penso che si arriverà almeno a 25.000 euro», spiega il commerciante, che non nasconde la sua meraviglia per l’ingegnosità degli autori del furto.

Il negozio di biciclette si trova vicino a case e ad altre attività commerciali, ma nessuno sembra essersi reso conto di qualcosa di sospetto nelle ultime sere. Già stamani, probabilmente, il commerciante presenterà una denuncia di furto indicando nel dettaglio la merce che è stata sottratta dal negozio.
Certo è che, dopo un periodo di relativa tregua, i ladri sembrano essere tornati a interessare dei negozi di Pontedera.

Proprio alcuni giorni fa è stato preso di mira il centro per la telefonia

Vodafone sul Piazzone, nel pieno centro cittadino. E anche in questo caso gli autori erano riusciti a dileguarsi senza fare troppa fatica.

Le forze dell’ordine continueranno ad effettuare controlli del territorio anche durante questo mese quando la città si spopola per le ferie.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro