Quotidiani locali

Dopo l’asfalto di via Roma una piazza dietro al Duomo

Il sindaco di Pontedera annuncia l’intervento di riqualificazione ai commercianti: "Sarà un nuovo biglietto da visita per l’intera città". Previsti panchine e alberi

PONTEDERA. «Abbiamo l’accordo con il privato per acquisire l’area che si trova dietro al Duomo. Diventerà una piazza. Ci sono anche i soldi per realizzare l’intervento, circa 300mila euro. Tutta la zona sarà riqualificata, l’abside del Duomo potrà essere valorizzato». Simone Millozzi, sindaco di Pontedera, ha annunciato il progetto destinato a cambiare il volto di uno degli angoli oggi lasciati nel degrado, vicino al centro cittadino, in occasione dell’apertura di via Roma, dopo i lavori per il nuovo asfalto e agli arredi urbani.

Quest’ultimo intervento non è che abbia messo tutti d’accordo ma l’amministrazione comunale conta di recuperare nei prossimi mesi. E lavora per cercare una data, condivisa anche dai commercianti, per inaugurare in maniera formale il recupero di via Roma, una strada che un tempo contava molte attività commerciali e che negli ultimi anni ha conosciuto una lenta e progressiva decadenza.

L’accordo con il privato, disponibile a cedere l’area dove prima si trovava la vecchia falegnameria Leoncini e il suo magazzino, non è ancora stato formalizzato. Ma entro la fine di luglio, questo spera il primo cittadino, tutti i tasselli dovrebbero andare al loro posto. «Potrà così partire la progettazione della nuova piazza che consentirà di dare una visione di più ampio respiro, grazie anche alla vicinanza con il muro di Enrico Baj, a tutta quest’area». Insieme all’accordo per la piazza, dovrebbero sbloccarsi anche i lavori per riqualificare un vecchio edificio parallelo alla ferrovia e vicino all’area dell’ex opificio demolito in tempi recenti, dopo infinite proteste da parte dei residenti. L’intervento, annunciato ai commercianti che hanno assistito alla piccola cerimonia in via Roma con la presentazione dell’opera dell’artista Kurt Laurenz Metzler che ha già lavorato in città con l’installazione “Nevrotici metropolitani”, potrebbe essere una delle ultime opere pubbliche messe in cantiere dall’attuale amministrazione prima del rinnovo del consiglio comunale e dell’elezione del sindaco.

leggi anche:

«È un percorso iniziato da tanto tempo – spiega Millozzi – spero di riuscire a concluderlo». Il tetto della falegnameria, fatto in gran parte di eternit, era crollato nel giugno 2016 e questo aveva aumentato l’attenzione sull’area rimasta a lungo in abbandono. Nel 2012 i proprietari avevano presentato un progetto per la riqualificazione dell’intera zona, con la trasformazione dell’ex magazzino in tre palazzi. Ma il piano era stato travolto dalla crisi del settore edilizio. E i proprietari del rudere avevano poi deciso l’abbattimento dell’intero stabile. Da più di un anno, dove prima regnavano la sporcizia e il degrado, è stato almeno ristabilito un certo ordine. L’accordo sulla piazza, possibile come scomputo degli oneri per l’intervento di riqualificazione dell’edificio confinante, è stato approvato dalla giunta. Manca il bando per l’assegnazione dei lavori. La nuova piazza sarà pavimentata in porfido, ci saranno panchine e alberi.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro