Quotidiani locali

Vai alla pagina su Tutte le maglie del mondo
Tutte le maglie del mondo: esordio con il pienone per la mostra al Palp

Tutte le maglie del mondo: esordio con il pienone per la mostra al Palp

Scoppia la curiosità intorno all’esposizione delle divise delle nazionali di calcio. All’evento hanno contribuito sponsor privati e i Comuni di Pontedera e Peccioli 

PONTEDERA. Un caleidoscopio di colori. Un viaggio nel mondo del calcio ma anche intorno al globo vero, alla ricerca di una piccola isola anche sperduta dei Caraibi, per esempio, che ha la sua squadra nazionale. Ogni visitatore potrà dire la sua impressione dopo avere passato in rassegna le divise ufficiali, esposte fino al 31 luglio nelle sale di Palazzo Pretorio (la mostra ha ingresso libero). Dopo il taglio del nastro in molti sono rimasti sorpresi dall’allestimento, che ha puntato sull’essenziale valorizzando un materiale semplice ma che è diventato “scenografico” e spettacolare. L’avreste mai pensato che da una tubatura idraulica potevano nascere forme umane dinamiche, ognuna in una posa diversa? I manichini progettati e realizzati in pvc dall’architetto Luca Doveri, che nella fase della realizzazione si è avvalso della collaborazione di Nathan Petrone, si è rivelata non solo molto originale ma anche d’effetto.

E così per tutti entrando nelle stanze dello storico Palazzo Pretorio c’era la curiosità di vedere cosa ruotava intorno ad una mostra così colorata, dedicata a “Tutte le maglie del mondo” e alla collezione di Simone Panizzi. I primi a chiedersi come sarebbe stata messa in pratica un’idea sono stati gli sponsor, Cavallini&partner, Ecofor service, Belvedere, Uliveto, Vamas, Marbella pellami. Senza il loro apporto, come ha spiegato il direttore del Tirreno, Luigi Vicinanza, il giro del mondo attraverso le maglie dei calcio non sarebbe stato possibile. Un contributo rilevante è arrivato dagli sponsor tecnici, Devitalia per la connettività al museo e Capoverso per la comunicazione.

Se il calcio in tutte le sue sfaccettature, con le storie dei personaggi e delle varie culture, è protagonista dell’esposizione, è anche vero che “Tutte le maglie del mondo” racconta una storia per giovani e dimostra quanto sia importante l’impegno per raggiungere un traguardo. Per chi visiterà la mostra vale la pena fermarsi nella sala dei video dove scorrono filmati d’autore e una moderna rassegna sull’evento e molte altre curiosità. Ma la più grande sorpresa è la realtà aumentata che permette di vivere la mostra in un modo speciale oltre che diverso.

Insomma, i primi visitatori si sono divertiti e hanno apprezzato. Al taglio del nastro erano presenti insieme ai sindaci di Pontedera e Peccioli anche la vicesindaca di Pontedera, Angela Pirri, e i colleghi di giunta Liviana Canovai e Matteo Franconi, la presidente della Fondazione Pontedera Cultura Daniela Pampaloni, consiglieri comunali, imprenditori, appassionati di calcio.

E se volete dare una lettura più glamour della mostra andate alla ricerca delle casacche più colorate. C’è n’è una rosa, che è quella della Scozia,

i calciatori la usano per le trasferte. Simone se l’è procurata grazie a un calciatore e ne va orgoglioso. Tra le tante curiosità c’è anche una delle maglie del calciatore juventino Giorgio Chiellini che ha aiutato Simone a mettere insieme la sua variegata collezione. 
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro