Quotidiani locali

Macelleria subisce quattro furti in un anno

Pontedera: la Desideri di nuovo nel mirino dei ladri: il malvivente ripreso dalle telecamere.Rotta la porta, si è diretto verso il registratore di cassa per prendere i soldi

PONTEDERA Ai ladri che da un po’di tempo a questa parte colpiscono nei negozi del centro di Pontedera non importa se nei registratori di cassa trovano poco o niente. Ormai i commercianti lo sanno che le loro attività sono a rischio ed evitano di lasciare nelle casse grandi cifre, quando arriva il momento della chiusura. Eppure nemmeno questo si rivela un valido deterrente per mettere fine ai furti con spaccata delle vetrine.

E così la scorsa notte la macelleria Desideri si è trovata a fare i conti con il quarto furto avvenuto in poco più di un anno, che poi è il quinto della serie da quando la macelleria ha aperto lungo la Tosco Romagnola vicino al cinema multisala.

È stata rotta una vetrina vicino al registratore di cassa che tra l’altro era stata appena riparata dopo il furto di poche settimane fa. Poi ha avuto inizio, come rivelano le telecamere, la stessa scena: il ladro entra, va verso il registratore di cassa e prende i soldi. Il vero danno, come al solito, è la porta a vetri per non parlare del fastidio che i furti creano a chi deve organizzarsi per riparare i danni il prima possibile, invece di dedicarsi senza questo pensiero al lavoro.

Le immagini riprese dalle telecamere del negozio saranno consegnate, così hanno spiegato dalla macelleria, alle forze di polizia che sono intervenute dopo il furto.
Certo è che il ripetersi di questi furti comincia a stancare i commercianti che chiedono più attenzione per la vigilanza della città.

È anche vero che gli strumenti a disposizione delle forze di polizia non sono molti. Anche quando i ladri vengono scoperti non è facile tenerli lontano dalla città a lungo. È successo, per esempio, con il malvivente che aveva colpito al Burger King, sempre nella stessa zona del cinema. Lui era stato immortalato dalle telecamere. Si era ferito con un vetro rotto e per vedere cosa si era fatto si era abbassato il cappuccio, così che la telecamera lo aveva immortalato. In seguito i carabinieri, che lo

hanno riconosciuto perché già in altre occasioni hanno avuto a che fare con lui, lo hanno denunciato in stato di libertà.

Furti come quello avvenuto alla macelleria sono quasi sempre opera di persone che hanno bisogno anche di pochi soldi per comprare stupefacenti.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik