Quotidiani locali

allarme sicurezza

Banda delle macchinette prende di mira il liceo

Pontedera: il colpo al “XXV Aprile” è stato sventato dall’arrivo di un vigilante della Globo. I malviventi avevano forzato un avvolgibile per poi puntare alle gettoniere

PONTEDERA. Prima hanno forzato un’avvolgibile blindata, poi sono entrati da una finestra di una classe per raggiungere in pochi secondi le macchinette automatiche. Non sono riusciti, però, a svuotare le gettoniere: la banda, forse messa in allarme dall’arrivo di un vigilante della Globo intervenuto in seguito allo scattare dell’allarme, se ne è scappata, probabilmente uscendo da una delle tante porte antipanico.

L’episodio è avvenuto l'11 febbraio al liceo “XXV Aprile” di Pontedera. E se il giorno scelto per portare a termine il colpo è quello tipicamente usato dalle bande delle macchinette, ovvero la domenica, l’orario è assolutamente atipico. L’allarme, infatti, è scattato poco dopo le 8.30. Segnalazione che arriva dall’edificio del liceo classico di via Firenze.

Al suo arrivo la guardia giurata della Globo ha effettuato una primo giro di controllo all’esterno della struttura del liceo. Ma l’avvolgibile blindato forzato e sollevato per crearsi un varco di ingresso all’interno, era stato sapientemente tirato nuovamente giù dalla banda delle macchinette, probabilmente per non insospettire le persone che potevano trovarsi a passare nella zona. E si trovava, nonostante l’allarme fosse suonato nella zona del liceo classico, in quella occupata dal liceo linguistico.

Poteva trattarsi di un falso allarme, anche perché la domenica mattina spesso la ditta delle pulizie è presente all’interno della struttura. La guardia giurata, però, ha contattato immediatamente la custode del liceo, l’unica in possesso delle chiavi dell’intera struttura. E, dopo aver individuato il punto di ingresso dei ladri, è entrato all’interno. A quel punto ha trovato le macchinette automatiche danneggiate ma i ladri non erano riusciti a prendere le gettoniere. Quindi il vigilante della Globo ha contattato i carabinieri di Pontedera.
Un caso preoccupante perché è il primo tentativo di furto di questo tipo al “XXV Aprile”. Ma le bande delle macchinette, forse, da Firenze, Prato e Lucca, le province più colpite, si stanno forse spostando verso la Valdera. Anche perché le macchinette non vengono svuotate ogni

settimana. E le bande organizzate questo sembrano proprio saperlo. Tanto che effettuano i colpi studiando, spesso anche con controlli fatti durante le lezioni, i giorni nei quali i gestori passano nei vari istituti cittadini per togliere le monete dalle macchinette.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon