Quotidiani locali

economia

La banca e il suo territorio in un video con la gente

Il filmato è stato girato al Teatro del Silenzio con la partecipazione dei dipendenti del consiglio d’amministrazione e del collegio sindacale della Popolare di Lajatico

LAJATICO. «La banca, le persone, il territorio» . Così nasce l’idea della Nuova campagna di Comunicazione BPLaj della Banca popolare di Lajatico, presentata ufficialmente all’interno della filiale di via di Gello, a Ponsacco, nell’occasione di una conferenza stampa in cui è stato mostrato anche un video esplicativo.
Il video è stato girato in una giornata al Teatro del Silenzio con la partecipazione di tutti i dipendenti, del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale e ora è visibile sui canali social a cuila medesima banca è iscritta: Facebook e Instagram.

Volti, colline, e ombrelli bianchi e rossi, aperti da ogni “comparsa” a formare la sigla BPLaj, in un palcoscenico naturale davvero senza eguali. Una banca di persone legata al territorio, e che con il proprio territorio sia in grado di crescere e interagire: è questo il senso limpido del volteggiante video, realizzato con un bel montaggio.

Un video che, per dirlo con le parole del professor Ilario Luperini suggerisce anche l’idea di «un vitale e agile viaggio nel tempo che sarà», tra i «colori della speranza». Un percorso anche estetico, dunque.
Sempre Luperini, nel suo testo parla di «fisionomie e identità diverse, raccolte, tutte, intorno a un’unica missione: adoperarsi per consentire a ognuno di entrare in banca fiducioso, consapevole delle radici popolari di un’istituzione che nel tempo si è ammantata di raffinate peculiarità estetiche».

Un’idea di apertura dinamica insomma, di radici e di creatività. Ha ripreso lo slogan di questo percorso comunicativo, il presidente della Banca popolare di Lajatico, l’avvocato Nicola Luigi Giorgi, quando ha parlato di una «banca popolare legata al territorio, che si identifica con le persone e che stabilisce un rapporto con i suoi soci e clienti».

La conferenza stampa è stata l’occasione anche per divulgare alcuni dati sull’operato e le attività della Banca da parte del direttore generale Daniele Salvadori, il quale ha parlato, riferendosi ai dati in possesso che si rifanno all’anno 2017, di «impieghi alla clientela in crescita di oltre il 5 %» e di «sofferenze lorde pari al 7,4 % degli impieghi, a fronte del 14,8% in Toscana».

«Questo ci permette di avere un Cet1 Ratio del 15,65 per ento, indice che misura la solidità della Banca e che risulta oltre il doppio di quello minimo richiesto», ha concluso con soddisfazione lo stesso Salvadori.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista