Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
Carismi, via libera all'aumento di capitale di 200 milioni di euro

Carismi, via libera all'aumento di capitale di 200 milioni di euro

L'operazione è inserita nel progetto di acquisizione di una partecipazione di Crédit Agricole Cariparma. Convocata l'assemblea dei soci

SAN MINIATO. Via libera da parte dell’organo di vigilanza alla Cassa di Risparmio di San Miniato Spa: la banca ha ricevuto l’autorizzazione «sulle modifiche statutarie conseguenti all’esercizio della delega conferita dall’assemblea per un aumento di capitale di 200 milioni di euro, comprensivi del sovrapprezzo, mediante emissione di 449.438.202 nuove azioni, godimento regolare, al prezzo unitario di 0,445 euro per azione, con esclusione del diritto di opzione, riservato allo schema volontario del Fondo Interbancario di tutela dei depositi».

L’aumento di capitale - si legge in una nota - «si inquadra nella più ampia operazione di acquisizione di una partecipazione di controllo da parte di Crédit Agricole Cariparma Spa, la cui esecuzione è sospensivamente condizionata, tra l’altro, a ottenere le autorizzazioni delle competenti autorità di vigilanza. Tale aumento di capitale dovrà essere interamente sottoscritto entro il 31 dicembre 2017 e, dunque, prima della data fissata per la assemblea dei soci per il rinnovo delle cariche sociali».

Il consiglio di amministrazione ha convocato l’Assemblea ordinaria dei soci per l’8 gennaio 2018 in prima convocazione e per il 9 gennaio in seconda convocazione «per discutere e deliberare la nomina del consiglio di amministrazione, del collegio sindacale e il conferimento di incarico a società di revisione legale del bilancio di esercizio e del bilancio consolidato».

Le nomine degli organi sociali, la revoca ed il conferimento di incarico a società di revisione sono conseguenti all’aumento di capitale e al cambio del soggetto di controllo della Cassa. Alla luce del fatto che il prezzo di emissione delle nuove azioni al servizio dell’aumento di capitale, tenuto conto dello stato di fabbisogno patrimoniale della Cassa per ripristinare e preservare nel tempo i coefficienti patrimoniali a livelli coerenti con le indicazioni

dell’autorità di vigilanza, è stato determinato in euro 0,445 per azione, ed in assenza di negoziazioni recenti sui titoli azionari della Cassa, il cda ritiene che tale prezzo possa rappresentare il valore delle azioni nell’ambito dell’informativa prevista dal Regolamento Intermediari».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista