Quotidiani locali

Lapo Elkann ricorda quando lavorò alla Piaggio - Video

Ospite in tv, rievoca il 1995 quando trascorse un periodo sotto falso nome nello stabilimento e partecipò anche a uno sciopero nonostante alla guida dell'azienda ci fosse il cugino Giovanni Alberto Agnelli

PONTEDERA. Su La7, durante la trasmissione "Otto e mezzo" condotta da Lilli Gruber, Lapo Elkann ha ricordato l’altra sera quando lavorò alla Piaggio sotto falso nome e fece uno sciopero nonostante alla guida dell’azienda ci fosse il cugino Giovanni Alberto Agnelli.

Piaggio, Pontedera. Anno 1995. Stabilimento Due Ruote. Mani ruvide, volti segnati da una vita in fabbrica, qualche battuta colorita. Un lampo illumina la quotidianità operaia. Carnagione chiara, fisico esile, timidezza a quintali sul volto, alleggerita da un paio di occhietti vispi e da un simpatico accento francese. «Ma chi è questo? Cosa ci fa qui?». Il mantra dei lavoratori sfuma col passare dei giorni: quel ragazzo che dice di aver scelto la Piaggio per pagarsi gli studi universitari si dà da fare. È impacciato, si vede che di “catena” ne ha fatta poca in vita sua, ma d’altronde non può avere esperienza, ha solo diciassette anni, lo ha detto lui.

Video - Lapo Elkann parla a La7 della sua esperienza alla Piaggio (il racconto da minuto 24)

«E allora come fa a lavorare qui dentro, se non è neppure maggiorenne?». Le domande si rincorrono tra i tavoli della mensa aziendale, tanto il ragazzino non c’è. Lui non mangia con gli altri, si limita a sgranocchiare una merendina nella stanza dov’è posizionato il distributore automatico di caffè. «Che strano quel ragazzo, deve essere il parente di qualche pezzo grosso».

 

Il gossip, spesso, è verità. Gonfiata, colorata per saltare meglio all’occhio, ma pur sempre verità. E infatti quel giovanissimo operaio stagionale Piaggio era davvero un pezzo grosso. Si faceva chiamare Lapo Rossi. E invece era Lapo, sì, ma Elkann. Nipote di Gianni Agnelli. Era stato mandato a lavorare - come da tradizione - nella fabbrica di famiglia, in modo che capisse cosa significa sudarsi il pane.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista