Quotidiani locali

Lettera con cartuccia alla sindaca di Cascina, la solidarietà del questore

Alberto Francini in Comune: «Sostegno a Susanna Ceccardi per l'episodio, ma l'incontro utile anche per parlare di temi di sicurezza»

CASCINA. «Credo che le forze dell'ordine debbano essere impiegate per la sicurezza di tutti i cittadini, non mi farebbe piacere avere una scorta al mio seguito anche perché credo anche che non ci siano i presupposti, sicuramente faremo più attenzione e anche qui in Comune adotteremo tutte le misure di sicurezza non solo per la mia tutela ma anche di quella dei dipendenti, assessori e consiglieri». Così il sindaco di Cascina, Susanna Ceccardi, dopo la lettera anonima di minacce, contenente una cartuccia calibro 28, recapitata il 20 novembre in Comune.

Alla missiva, che accusava la giovane sindaca della Lega Nord di essere razzista, Ceccardi risponde: «Respingo al mittente anonimo e vigliacco le accuse di razzismo. Io e la mia squadra facciamo soltanto politica a favore dei cittadini italiani e continueremo a farla come e più di prima».

Cascina, minacce di morte alla sindaca leghista: ''Con il tuo razzismo non andrai lontano'' Una cartuccia da caccia calibro 28 e una lettera minatoria sono state spedite al comune di Cascina (Pisa) e indirizzate alla sindaca leghista Susanna Ceccardi. Nella missiva, ora sotto sequestro, si legge: "Con il tuo razzismo non andrai molto lontano. Per il momento accetta questo pensiero che ti mandiamo con sincerità". La sindaca Ceccardi, spesso al centro delle cronache per le sue posizioni su immigrazione e unioni civili, ha definito "mafiosa" l'intimidazione ricevuta. Gli inquirenti sono al lavoro per capire da chi possano essere provenute le minaccevideo a cura di Andrea Lattanzi

Tanti gli attestati di solidarietà arrivati a Ceccardi da amministratori e semplici cittadini. Nella mattinata del 21 novembre visita del questore di Pisa Alberto Francini a palazzo comunale. Un lungo abbraccio che sembrava più quello di un padre ad una figlia che quello tra un primo cittadino ed il capo della polizia pisana.

«Sono qui per una doverosa visita di solidarietà per l'episodio del 20 novembre - ha detto Francini - ma è anche l'occasione per parlare dei problemi della sicurezza di questa zona». Il questore di Pisa ha annunciato che a breve ci saranno dei comitati per l'ordine e la sicurezza per parlare della lettera di minacce ricevuta dal sindaco ma anche del problema della recrudescenza del fenomeno dei furti in appartamento e degli scippi che negli ultimi mesi si sono registrati nel cascinese.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro