Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro

Piaggio: confronto sull’integrativo fra azienda e sindacati

Pontedera: venerdì 17 novembre si apre la trattativa ed è la prima volta che viene coinvolto il Gruppo

PONTEDERA. Mettetevi comodi, si comincia. Quella di venerdì17 novembre nella sede dell’Unione industriale pisana sarà la prima di una lunga serie di riunioni in cui Piaggio di Pontedera e sindacati si confronteranno sul rinnovo del contratto integrativo. Un appuntamento atteso dai lavoratori e che, fatalmente, si prospetta l’inizio di una laboriosa e articolata trattativa. Anche perché si tratta di una operazione che vede coinvolti tutti i rappresentanti sindacali delle fabbriche che compongono il Gruppo presieduto da Roberto Colaninno (oltre a Piaggio anche Moto Guzzi e Aprilia), i vertici nazionali di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil e quelli regionali e provinciali.

Il primo rinnovo unitario del Gruppo Piaggio non si preannuncia semplice. Sia per l’articolata piattaforma che i sindacati esporranno in questa prima riunione. Sia per le distinzioni tra le fabbriche sotto il profilo della tipologia della produzione e dell’andamento, ma anche dal punto di vista dello sfruttamento degli ammortizzatori sociali. Se, infatti, in Piaggio è stato sottoscritto da poco il nuovo contratto di solidarietà, in Aprilia sono rimasti pochi strumenti a disposizione per evitare gli esuberi.

Il tentativo delle sigle sindacali è quello di acquisire forza nei confronti dell’azienda e provare a imporre linee guida uguali per tutti e tre i marchi in questione. Nella storia delle relazioni tra sindacati e azienda, questa è la prima volta che avviene una trattativa simile, per cui ci sarà da valutare anche gli effetti che questa avrà sul futuro dei lavoratori. Ma se da un lato sono previsti ambiti in cui si discuterà a livello di Gruppo, dall’altro è probabile che, poi, si affronteranno argomenti specifici per i singoli siti produttivi in maniera separata. Il premio di risultato, per esempio, è uno di quei temi che non è per tutti uguale. Da qui la necessità di approfondire caso per caso.

Il tutto in una fase produttiva caratterizzata dal calo produttivo fisiologico che si verifica ogni anno di questi tempi. È probabile che anche questo aspetto venga affrontato durante la trattativa per il rinnovo del contratto integrativo, mentre Piaggio è reduce dalla presentazione alla fiera Eicma a Milano delle due versioni di Vespa Elettrica che ha riscosso un grosso successo di critica e di pubblico. Anche se non sono ancora noti e chiari elementi importanti legati a questo innovativo veicolo. Il prezzo, per esempio, che sarà comunicato a febbraio, ma che si preannuncia in fascia “premium”, quindi alta, nel segmento degli scooter.

E poi i livelli produttivi, considerato che si comincerà

a realizzarla a Pontedera nel 2018 e che il prossimo anno sarà, comunque, di studio anche per adeguare la rete di vendita. Il 2019 sarà il momento in cui valutare gli effetti di Vespa Elettrica su un mercato sempre più difficile, ma che ha registrato un andamento buono in questi ultimi mesi.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro