Quotidiani locali

Quattro intossicati da monossido di carbonio

Volterra: l'intervento dei vigili del fuoco nella notte in un podere dove c'è un centro per richiedenti asilo gestito dalla Croce Rossa

VOLTERRA. Quattro persone adulte sono state soccorse a Volterra per una intossicazione da monossido di carbonio. Lo riferiscono i vigili del fuoco precisando che l'intervento è stato intorno a mezzanotte in un podere dove c'è un centro di accoglienza per richiedenti asilo gestito dalla Croce Rossa. I quattro sono stati soccorsi anche dal 118 che ha provveduto al trasporto in ospedale per gli accertamenti medico sanitari necessari. Verifiche sono in corso per risalire alle cause che hanno determinato la produzione di monossido di carbonio nella struttura. Sul posto anche i carabinieri.

Sarebbe stato un braciere improvvisato, e lasciato acceso, a provocare la lieve intossicazione di quattro migranti, originari di Mali e Costa d'Avorio, la scorsa notte in un centro di accoglienza gestito dalla Croce Rosa di Volterra. Non  ancora chiaro il motivo per cui gli stranieri, in violazione delle regole interne alla struttura, lo abbiano acceso. Tra l'altro, sembra che prima di chiedere aiuto abbiano provato anche a farlo sparire.

Per accendere il fuoco è stato impiegato un secchio, come contenitore, e quando sono arrivati i soccorsi era già stato fatto sparire dalla camerata dove si trovavano i quattro migranti. Il centro, recentemente ristrutturato dalla Croce Rossa per ospitare migranti richiedenti asilo, è costituito da sei camere e uno spazio comune e accoglie in totale 25

persone.

Dopo l'incidente della notte scorsa, la struttura è stata temporaneamente chiusa e 21 persone sono state trasferite a Pisa. Sono in corso le verifiche dei vigili del fuoco per accertare che gli impianti di riscaldamento funzionino correttamente.


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista