Quotidiani locali

Aldo compie 94 anni e “dar Giannini” non molla: ecco la storia di un mitico locale - Video

Insieme alla moglie e alla figlia è sempre pronto a fare un ponce prelibato. Lo storico locale di Villa Saletta resta meta preferita per gustare sani panini

PALAIA. Provate a indicare un locale, nel corso del tempo divenuto una istituzione, che si trova a Roma, in Versilia, a Milano. O a New York. Trovati?

Ora fate altrettanto con un locale che è una istituzione per Palaia, per la Valdera e anche in provincia. Non c’è bisogno di dirvelo, ma lo facciamo altrimenti non sappiamo come andare avanti: è il bar “dar Giannini”, a Villa Saletta. Nel borgo del Palaiese questo locale esiste dal 1880. E il proprietario attuale, Aldo Giannini, appunto, oggi (giovedì 12) compie 94 anni. Ed è ancora lì, dietro il bancone a preparare il ponce. Oppure si mette seduto al tavolo e gioca a carte con il cliente di turno.

Dar Giannini, il locale-leggenda. Così un cliente: "Ecco cosa c'è di straordinario" Diego Santi Channel ha dedicato un bel video allo storico locale di Palaia. Qui un simpaticissimo estratto, dove un cliente spiega le virtù del locale di Aldo Giannini (QUI IL VIDEO INTEGRALE)

UN MITICO LOCALE

La primavera che ha bussato per 94 volte sulla sua fronte non ha scalfito il suo voler-saper fare, la sua passione, il buonumore. «Sono nato lo stesso giorno della scoperta dell’America – scherza Aldo – significa qualcosa?». Eccome significa: basta chiederlo ai numerosi avventori che dal mattino alla sera si fermano nel suo bar. Che poi è anche tabacchi, e pure alimentari, e ovviamente punto ristoro. Cominciò a essere un bazar, insomma, quando il termine non compariva nel dizionario, ma le massaie dicevano: “lì c’hanno di tutto un po’”.

Iniziò la nonna di Aldo, Elisena Catarsi che saliva sul colle di Villa Saletta da Capannoli, l’attività fu continuata dalla figlia Algerinda Lapi e infine venne raccolta da Aldo. Che si sposò con Libera il 28 aprile 1951.

Insomma siamo passati dai sudditi di Vittorio Emanuele, riuniti da una ventina di anni sotto un unico suolo italico, alle due guerre mondiali, agli anni del boom economico e agli italiani dei giorni nostri: anziani e giovani. Tutti a gustare i sani prodotti offerti da Aldo. Anzi “dar Giannini”, che nel 2011 fu insignito dell’onorificenza di Cavaliere della repubblica . «Sa - dice- quando sono stato l’unica volta chiuso? Il giorno della ritirata dei tedeschi. Poi mi sentti chiamare “ Ehi paisà, vieni ad aprire”. Era cambiato un mondo », racconta Aldo.

QUEL PONCE INVIDIATO ANCHE DAI LIVORNESI

Rinomati i suoi panini con tutto il buono e il genuino della nostra terra. Oggi le chiamano eccellenze, ma da quando iniziò, dopo il conflitto mondiale numero due, Giannini l’ha sempre chiamati panini. A seconda di cosa offre la stagione, spuntini con baccelli e prosciutto, oppure salame, finocchiona, pecorino, e pane casalingo. Ovviamente con gotto di vino, servito in bicchieri che sanno di antico. E di tavola della nonna.

E per mandar giù tutto questo bendidio, il ponce: così buono da fare invidia ai cugini livornesi. Lo disse anche il regista Paolo Virzì che da quelle parti girò alcune scene del suo Napoleone. E i fratelli Taviani quando, lustri fa, a Villa Saletta girarono le scene di due loro film. Non c’era di meglio e rilassante che fare le pause “dar Giannini”. Il ciak successivo aveva nuovo vigore.

Come il vigore è rimasto in Aldo, imperterrito dietro al bancone: Aldo, Libera e Grazia. Che detto così rammenta il trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo. Ma nel caso nostro è il trio delle prelibatezze e dell’accuratezza con cui i clienti vengono trattati. In un luogo rimasto tale e quale con il passare degli anni,: dove il wi-fi è un fiasco di buon vino e internet è un bel prosciutto toscano che farcisce due schiappe di pane. E le risate si fanno dal vivo e non sono virtuali.

Di questo passo non resta che augurare “ar Giannini” ma anche alla signora Libera che ha 88 anni e alla figlia Grazia (che tra qualche giorno ne festeggia 57) tanti, tantissimi altri anni di ponce e panini.

PER APPROFONDIRE:

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics