Quotidiani locali

servizi

Rifiuti, da ottobre parte il porta a porta ovunque

Sparisce Igenio e il nuovo sistema verrà esteso ai quartieri stazione e Villaggio. Nei prossimi giorni il Comune di Pontedera darà il via a una campagna informativa

PONTEDERA. Dal 2 ottobre il porta a porta sarà allargato all’intera città. Il sistema di raccolta dei rifiuti entrerà in vigore anche nella zona che da via Dante arriva fino al ponte dello Scolmatore. I quartieri interessati sono quelli della stazione e del Villaggio Piaggio, dove finora i cittadini smaltivano la spazzatura attraverso i “cassonetti” di ultima tecnologia, ovvero Igenio. Il Comune ha già conferito i dodici maxi contenitori, che non verranno più utilizzati a Pontedera, nel patrimonio Geofor. Nessuna perdita registrata nelle casse di Palazzo Stefanelli, dunque, dato che i dispositivi, nei cinque anni in cui sono stati in funzione, sono stati ammortizzati e ora verranno addirittura valorizzati con l’aumento delle quote del Comune all’interno di Reti Ambiente, gestore del ciclo integrato dei rifiuti. Saranno circa 2290 le utenze domestiche che passeranno al porta a porta, 310 quelle non domestiche.

«Da luglio abbiamo iniziato una serie di colloqui con gli amministratori dei condomini che verranno interessati dal cambio di raccolta dei rifiuti – spiega l’assessore Matteo Franconi, che tra le deleghe ha anche quella all’ambiente – per trovare una soluzione condivisa sul tipo di porta a porta da adottare. Abbiamo analizzato ogni caso per ridurre al minimo i disagi».

Nei palazzi con più di otto unità abitative la regola vuole che la raccolta avvenga col metodo condominiale, ovvero attraverso dei grandi contenitori, ognuno delegato a ospitare una tipologia diversa di rifiuto. Nei complessi in cui il numero di abitazioni è minore, invece, il porta a porta si sviluppa con mastelli singoli, uno per ogni nucleo familiare, che di volta in volta dovrà inserire all’interno il tipo di rifiuto indicato nel calendario Geofor.

«Probabilmente ci saranno delle eccezioni, dato che alcune abitazioni, specie nella zona del Villaggio Piaggio, non hanno terrazzi. Il cittadino – dice ancora Franconi – non può tenersi la spazzatura in casa in attesa di gettarla, quindi stiamo studiando una soluzione. Individueremo delle aree per la raccolta».
Per accompagnare i cittadini verso il porta a porta, l’amministrazione comunale e Geofor sono pronte a scendere in campo con una potente campagna di sensibilizzazione. I residenti delle aree interessate, nei prossimi giorni, troveranno un avviso nella cassetta delle lettere o nell’androne del condominio, dove verranno specificati data e orario dell’incontro con i volontari che terranno una breve lezione sulla corretta adesione al porta a porta.

L’iniziativa verrà organizzata in ogni condominio o complesso di abitazioni. Da luglio, inoltre, gli uffici ambiente e tributi del Comune di Pontedera, insieme alla polizia municipale, stanno portando avanti una serie di verifiche negli appartamenti del quartiere della stazione e del Villaggio Piaggio. I controlli

si concentrano soprattutto sui contratti d’affitto e sul numero di persone presenti nelle case. Le ispezioni avvengono in orario serale e senza preavviso.

«Eventuali situazioni irregolari o sospette – conclude Franconi – verranno segnalate alle forze dell’ordine».
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie