Quotidiani locali

Scoperta piantagione di marijuana a Navacchio vicino all'uscita della Fi-Pi-Li

Operazione della Guardia di Finanza di Pisa, sequestrate 143 piante, oltre a hashish e oppio già confezionati. Arrestato il proprietario, denunciata la compagna

NAVACCHIO. Una piantagione di marijuana è stata scoperta dalla Finanza a pochi passi dall'uscita di Navacchio della superstrada Firenze-Pisa-Livorno. L'operazione, condotta dal Comando provinciale della Guardia di Finanza e dalla locale Sezione aerea del Corpo, diretta al contrasto e alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, ha portato al sequestro di 143 piante di marijuana, all'arresto di un responsabile ed alla denuncia a piede libero della compagna.

Le fiamme gialle pisane sono giunte all’individuazione della piantagione a seguito di un sorvolo effettuato da un equipaggio della locale Sezione aerea della Guardia di Finanza, nella zona agricola tra Pisa e Cascina.

I finanzieri, ricevuta la segnalazione, hanno avviato le indagini per individuare esattamente il sito ed il relativo responsabile, per poi procedere ad ispezionare il terreno sospetto, rinvenendo una serra rudimentale sotto la quale erano occultati oltre 140 vasi per la coltivazione di marijuana.

La foto dall'alto del luogo in cui...
La foto dall'alto del luogo in cui veniva coltivata la marijuana

Un sopralluogo, eseguito anche con l’ausilio del cane antidroga, ha permesso di individuare e di procedere al sequestro di 140 grammi di marijuana già confezionata e 348 grammi di hashish, abilmente occultati e 143 grammi di oppio.

Nel corso della perquisizione è stato, inoltre, rivenuto un finto libro al cui interno erano nascosti oltre 9.000 euro in contanti, presumibilmente il ricavato della vendita dello stupefacente.

Il responsabile è stato tratto in arresto e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria nel carcere “Don Bosco” di Pisa.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista