Quotidiani locali

mistero

Ferito alla testa e trovato agonizzante in un casolare a Rivalto, muore a 25 anni

La vittima è un giovane di 25 anni: aveva una ferita alla testa. I carabinieri indagano sulle cause del decesso

CHIANNI. È mistero intorno alla morte di un giovane di 25 anni, italiano, un senzatetto che potrebbe avere avere avuto come ultima residenza Pontedera e da 15 giorni abitava in un casolare abbandonato sulle colline di Rivalto. Il ragazzo si chiamava Mattia Palma, residente a Pontedera anche se la sua famiglia è originaria di Barberino del Mugello.

leggi anche:

A chiedere l'intervento del 118 nel pomeriggio di ieri, poco dopo le 17, è stata una signora che abita nelle vicinanze dell’edificio e ha sentito il giovane lamentarsi. La cittadina è entrata nell'immobile abbandonato e ha trovato il 25enne riverso sul pavimento. Ha visto che il giovane aveva una ferita alla testa e perdeva sangue dal naso. Ha provato a chiamarlo in maniera insistente, ma si è resa conto che lui non era cosciente. La donna ha quindi dato l’allarme al 118 descrivendo la scena. Sul posto sono arrivate l’auto medica del 118 di Pisa e un'ambulanza. Il medico ha ritenuto molto gravi le condizioni del paziente e ne ha disposto il trasferimento all’ospedale di Cisanello. Qui il 25enne è morto poco prima delle 21.

Nel frattempo i carabinieri di Chianni e della compagnia di San Miniato si sono attivati per capire come il giovane abbia trascorso le ultime ore di vita e chi lo abbia visto per l'ultima volta. A quanto si è appreso, il 25enne era arrivato da circa 15 giorni. Viveva da solo e non aveva mezzi di sostentamento. Una signora, la stessa che ieri ha dato l'allarme, si prendeva cura di lui. Aveva capito che viveva in una situazione di grande disagio, così il giorno andava a trovarlo e talvolta gli portava anche da mangiare.

Stando alle prime notizie, la vittima presentava un trauma cranico e una ferita alla testa, nella regione parietale destra. Nella stanza dove è stato trovato non ci sono oggetti contundenti e, dopo una prima ispezione, i carabinieri non avrebbero rinvenuto neppure oggetti compatibili con un'aggressione. Ipotesi principale al momento è quella di un incidente: il giovane potrebbe avere avuto un malore ed essere caduto battendo la testa. I carabinieri hanno informato il magistrato di turno, Sisto Restuccia, il quale ha disposto il trasferimento della salma all'Istituto di medicina legale. Sarà dunque l'autopsia a stabilire con certezza le cause della morte.

Il 25enne aveva una carta di identità. Da qui sono partiti gli accertamenti dei carabinieri per risalire alle sue generalità e, soprattutto, per rintracciare i parenti.

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista