Menu

La 37enne Bosco corre “Per una svolta in comune”

CASCIANA TERME LARI. I cittadini protagonisti, la difesa dei beni comuni, la scuola pubblica, il lavoro e la salute sono i punti principali del programma della lista civica “Per una svolta in comune”...

CASCIANA TERME LARI. I cittadini protagonisti, la difesa dei beni comuni, la scuola pubblica, il lavoro e la salute sono i punti principali del programma della lista civica “Per una svolta in comune” (Comunisti per Lari-Casciana Terme, Ambientalisti, associazione “Bene Comune”), presentata nel castello larigiano. La candidata sindaco è Marianna Bosco, 37 anni, residente da 3 anni a Casciana Alta con il compagno, e da tre mesi madre della piccola Ada Maria. Marianna è laureata in scienze politiche a Napoli, dove ha studiato anche arabo e persiano, e vanta collaborazioni con la Provincia di Livorno e con la Fondazione “Lelio Basso” di Roma, dove si occupava dei tirocini dei giovani giornalisti. «Ora che sono diventata madre ho deciso di mettermi in gioco e ho iniziato la mia prima esperienza in politica – ha detto –. Nella vita di tutti i giorni sono aumentate le domande e le esigenze. I cittadini devono partecipare ai processi decisionali del Comune e riuscire a concretizzare i bisogni primari. Occorre parlare con le persone per capirne le necessità e per questo il cittadino deve essere riportato al centro. Proponiamo di uscire dall’Unione dei Comuni, per gestire autonomamente le nostre risorse, che ci sono, ma vanno valorizzate. Nel comune larigiano ci sono due gruppi di acquisto solidale, quindi vuol dire che collaborando ci si può aiutare gli uni con gli altri. Non vogliamo privatizzazioni, perché il Comune deve essere unico gestore delle proprie risorse, come la scuola e i rifiuti». «Sono stato segretario di Rifondazione Comunista per 20 anni – ha aggiunto Daniele Mori, artigiano di Casciana Terme, ma nato a Lari –

e ora mi associo alla lista “Per una svolta in comune” per la tutela dei beni comuni: acqua, ambiente, territorio. Non siamo stati d’accordo con la fusione dei comuni di Lari e Casciana Terme e temiamo che gli anziani vengano penalizzati con un decentramento dei servizi».

Elena Iacoponi

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare