Menu

Brunale si dimette dall'Auxilium Vitae

Il centro di riabilitazione perde il presidente. Damone: ha fatto grandi risultati

 VOLTERRA. Una lettera di dimissioni secca e precisa. Già sul tavolo del direttore generale della Asl Rocco Damone ma non ancora esaminata in modo approfondito. Il senatore Giovanni Brunale lascia - o almeno queste sono le sue intenzioni - il timone dell'Auxilium Vitae. «Brunale ha fatto un grande lavoro, è una persona che stimo e ha portato una nostra azienda a grandi livelli», è il commento a caldo del direttore Damone. L'ex sindaco, nonché ex parlamentare, da anni rappresenta un grande centro di riabilitazione, struttura di riferimento regionale. Eppure il centro chiuderà il bilancio con 500mila euro di rosso, perché la Regione ha posto un tetto ai rimborsi per le prestazioni sanitarie assicurate agli utenti. Un limite fermo al 2007. E così Auxilium non riesce a coprire tutte le spese di gestione. Sulle ragioni che hanno portato il presidente - ex - a rassegnare le dimissioni c'è ancora nebbia. «Con le dimissioni del senatore viene meno un uomo politico e un amministratore che con competenza e determinazione ha fatto decollare il progetto della riabilitazione all'ospedale. È grazie a lui che l'azienda è stata portata agli attuali livelli di eccellenza sia in campo medico che scientifico. Sotto la sua guida l'Auxilum ha sviluppato una proficua collaborazione scientifica con l'Istituto
S. Anna di Pisa. Auspico che in tempi brevi si giunga da parte dell'Asl, azionista di maggioranza, alla nomina di un successore che prosegua il percorso tracciato da lui nell'ottica del consolidamento dello sviluppo delle attività di eccellenza», chiude Daniele Moretti segretario del Pd. (r.r.)

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro