Quotidiani locali

Denuncia Enel Energia per truffa

«Non riesco a liberarmi di un contratto falso»

 CALCINAIA.Si sente perseguitata da Enel Energia spa, di cui non riesce a liberarsi pur non avendo mai sottoscritto al contratto con la società dell'energia. A raccontare l'odissea è una giovane di Calcinaia che già all'inizio di ottobre aveva presentato una denuncia contro Enel Energia. Immediata fu la risposta della società stessa, con tanto di scuse. Parole al vento... E così la giovane, piuttosto determinata a far valere i propri diritti, ha presentato una seconda querela per truffa continuata, falso e per molestia. Ovviamente la giovane spera nell'intervento dell'autorità giudiziaria in quanto si ritiene bersaglio di ripetute «pratiche scorrette ed illecite di reclutamento della clientela». Il punto è che non riesce a rescindere un contratto che non ha mai sottoscritto in quanto qualcuno ha falsificato la sua firma. Lo scorso ottobre l'utente ha reso pubblica la situazione e la sua denuncia. Enel Energia Spa, attraverso una nota stampa, ha ammesso il problema. Ci sono utenti che hanno cambiato gestore senza averne fatto richiesta.  Sulla vicenda è intervenuto anche il difensore civico della Toscana che ha chiesto a Enel Energia chiarimenti e l'annullamento del contratto dell'utente di Calcinaia.  Ma non c'è stato niente da fare. Alla giovane sono state inviate altre fatture. Non solo. L'utente ha ricevuto anche sms da parte di Enel Energia che sanno di beffa. È stata informata che Enel Energia aveva preso in considerazione il suo caso. «Nonostante tali comunicazioni, che parevano preludere ad una risoluzione da parte di Enel Energia del contratto - spiega la giovane - la società ha emesso il 28 ottobre una nuova fattura, sempre relativa al periodo agosto-settembre 2010». Ha spedito la "carta fedeltà Enel premia": mai richiesta. «Continua così l'atteggiamento persecutorio nei miei confronti da parte di Enel Energia che, nonostante ogni mia richiesta di interruzione di un rapporto contrattuale
assolutamente nullo, in quanto fondato su una falsa sottoscrizione, insiste nel reputarmi sua cliente». Ora basta, deve avere pensato la giovane, cominciando a contare i danni, per i tempi di studio e di lavoro persi e pagare un legate. Scopo? Liberarsi da un contratto mai stipulato. S. C.

TrovaRistorante

a Pontedera Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri