Quotidiani locali

arte 

La Pala della Pergola di Detti a cavallo tra “gialli” e storia

PISTOIA. È uno dei quadri più famosi del Museo civico di Pistoia. Forse pochi sanno che potrebbe nascondere un giallo, anche se gli studi più accreditati dicono altro

PISTOIA. È uno dei quadri più famosi del Museo civico di Pistoia. Forse pochi sanno che potrebbe nascondere un giallo, anche se gli studi più accreditati dicono altro.

Martedì 7 novembre alle 17 nella sala Gatteschi della biblioteca Forteguerriana sarà presentato il libro “Bernardino Detti. La Pala della Pergola. Storia e iconografia” di Alessandro Nesi (Firenze, Maniera, 2017). All'appuntamento sarà presente l'autore e interverrà la storica dell’arte Nicoletta Lepri. L'iniziativa fa parte del ciclo “Leggere, raccontare, incontrarsi… Autori e storie pistoiesi” organizzato dalla biblioteca Forteguerriana in collaborazione con la biblioteca San Giorgio e l’ufficio cultura del Comune di Pistoia.

Il libro offre un approfondimento sulla storia della pala della Pergola, una pala d’altare che rappresenta una sacra conversazione, dipinta nel 1523 dal pittore Bernardino Detti e attualmente conservata nel Museo civico di Pistoia. Il volume di Nesi prende spunto dal fatto che nel 2016 il dipinto è stato oggetto di un’interpretazione controversa da parte di un'iconologa polacca, Ewa Sniezynska Stolot, che, fra l'altro, ha identificato la figura infantile ritratta al centro con un bambino di nome Bartolomeo, fratellastro del pittore e protagonista di una fosca vicenda di tentato omicidio. Le più che ventennali ricerche di Nesi su Bernardino Detti dimostrano che l'interpretazione è del tutto errata, che Bartolomeo non è mai esistito e che il personaggio ritratto in realtà è una bambina. L’autore si sofferma inoltre sugli aspetti allegorici dell’opera finora rimasti incompresi.

Alessandro Nesi, laureato in lettere (indirizzo storia dell’arte
moderna) all’Università di Firenze e dottore di ricerca in storia e conservazione dei beni culturali all'Università di Macerata, è autore di alcuni libri e ha contribuito a volumi di atti di convegni e ha scritto numerosi saggi dedicati a pittori e scultori dei secoli XVI-XIX.



TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista