Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Partenza horror per le squadre della Valdinievole

Scintu (Ponte) si lamenta per il rigore assegnato al Grosseto Marselli (Montecatini) si scusa con i tifosi per il pesante Ko

MONTECATINI

Inizia ad handicap la corsa di Montecatini Valdinievole e Ponte Buggianese nel periglioso girone A di Eccellenza. Due sconfitte, maturate in maniera diversa, che i rispettivi tecnici cercano di analizzare con estrema serenità a cominciare da Corrado Scintu, trainer del club biancorosso.

Il Ponte aveva un compito arduo ospitando al “Pertini” una delle grandi big del calcio toscano quale il Grosseto, vittorioso pe 3-2, che quest’anno per uscire dall’inferno dei dilettanti ha puntato ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTECATINI

Inizia ad handicap la corsa di Montecatini Valdinievole e Ponte Buggianese nel periglioso girone A di Eccellenza. Due sconfitte, maturate in maniera diversa, che i rispettivi tecnici cercano di analizzare con estrema serenità a cominciare da Corrado Scintu, trainer del club biancorosso.

Il Ponte aveva un compito arduo ospitando al “Pertini” una delle grandi big del calcio toscano quale il Grosseto, vittorioso pe 3-2, che quest’anno per uscire dall’inferno dei dilettanti ha puntato su gente di categoria, brava a far legna che ad usare fioretto. Capitan Meucci e compagni sono stati in partita per un tempo rimontando un prima volta gli avversari, i quali allo scadere della prima frazione hanno usufruito di un rigore diciamo “generoso” quanto decisivo nello stabilizzare gli equilibri in campo. «Credo che una corazzata simile – sbotta Scintu – non abbia bisogno di simili aiuti. Dal canto nostro comunque siamo stati ingenui nel regalare di fatto il terzo gol agli avversari. Assetto sbilanciato? Può darsi. Però stroncare subito con bocciature punitive dei giocatori non mi sembra la maniera giusta per crescere. Stiamo cercando la nostra identità e visto che la rosa è assai mutata, un minimo di tempo per rodare gli automatismi ci vuole. Poi Lacheheb è ancora indietro di condizioni e Nardi era infortunato».

Ben più pesante (4-0) il ko subito dai termali, in quel di Vorno, piccola frazione di Capannori. Sull’angusto campetto della campagna lucchese non va niente per il verso giusto ai biancocelesti, sotto di due reti in un amen, nonostante le buone azioni create, legni compresi. A fine del primo tempo Falivena potrebbe riaprirei giochi dal dischetto ma sbaglia. Sul proseguo dell’azione Panelli becca un rosso diretto opinale sull’azione del rigore a favore dei locali che fanno il 3-0 .

«Mi risulta molto difficile – spiega Marselli, condottiero dei bagnaioli – commentare una gara davvero stregata ma questo è il calcio. Semmai la cosa che mi dispiace di più sono gli strascichi negativi che ci porteremo dietro come l’infortunio a Nardo (fuori almeno due settimana) e la squalifica di Panelli. Mi scuso con gli sportivi montecatinesi per il risultato. La prestazione, in ogni caso, non è tutta da buttare.

ROBERTO GRAZZINI