Quotidiani locali

SERIE D 

L’Aglianese emigra a Montale per indisponibilità del Bellucci Doni: «Situazione incredibile»

AGLIANAParadossale ma vero quello che sta succedendo in questi giorni all'Aglianese: la squadra, neopromossa nel campionato di Serie D che prenderà il via domenica 16 settembre, per tutta la...

AGLIANA

Paradossale ma vero quello che sta succedendo in questi giorni all'Aglianese: la squadra, neopromossa nel campionato di Serie D che prenderà il via domenica 16 settembre, per tutta la settimana - senza comunicazioni di sorta - non ha avuto a disposizione una struttura idonea per allenarsi ed è stata costretta ad emigrare a Montale. A denunciare la situazione e i problemi (non nuovi) con i gestori degli impianti aglianesi, l'associazione Agisport, è stato il presidente neroverde Gianni Doni. Ma andiamo con ordine: il Comune di Agliana aveva da tempo approvato e finanziato un intervento di rifacimento del manto erboso del Bellucci, da realizzarsi entro l'inizio della stagione nel giro di 15 giorni. E così è stato, con i lavori iniziati dopo il derby contro il Prato e proseguiti fino a ieri, con l'Aglianese che ha dunque chiesto di giocare in trasferta la sfida di Coppa di domenica scorsa e, per dar modo al campo di "riposare", anche la prima di campionato. «Fin qui tutto bene, anzi ringraziamo l'amministrazione per quanto fatto e per l'estrema disponibilità nei nostri confronti - ha spiegato Doni - il problema è sorto con Agisport, che nello stesso periodo di indisponibilità del Bellucci ha deciso di effettuare alcune opere di manutenzione al Sussidiario. E così di colpo, senza nemmeno essere stati avvertiti, ci siamo ritrovati senza spazi dove potersi allenare: noi, la squadra juniores e le altre realtà sportive che fruiscono del Barontini (Amici Miei e Spedalino, per fare due esempi). Una situazione che ha dell'incredibile - ha attaccato - considerando che ci apprestiamo ad affrontare un campionato impegnativo come la Serie D». La società neroverde ha rimediato in extremis - e di tasca propria - trasferendosi con armi e bagagli a Montale, ma la rabbia resta così come, in assenza di comunicazioni ufficiali

da parte dei gestori ("che non hanno mai risposto a telefonate e mail", ha ricordato Doni), il dubbio che da lunedì la situazione torni alla normalità. Anche perché sabato prossimo la Juniores dovrebbe debuttare nel campionato nazionale, in casa, proprio al Barontini. — A.B.

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro