Quotidiani locali

basket serie b 

Montecatini, obbligatorio vincere sul campo dell’ultima della classe

MONTECATINI. Quando una squadra che ha 36 punti affronta una squadra che ne ha zero, verrebbe spontaneo parlare di passeggiata. E invece appare complicato presentare una partita come quella che oggi...

MONTECATINI. Quando una squadra che ha 36 punti affronta una squadra che ne ha zero, verrebbe spontaneo parlare di passeggiata. E invece appare complicato presentare una partita come quella che oggi il Montecatini giocherà al PalaMacchia di Livorno contro la Libertas (ore 18, arbitri Sordi e Bavera). Per le mille insidie che può nascondere un match dove da una parte c’è una squadra che lotta per qualcosa di importante, dall’altra c’è una squadra all’ultima gara casalinga stagionale e che non ha nulla da perdere.

I labronici sono ultimi con zero vittorie dopo 28 giornate, già retrocessi in C Gold da qualche settimana, e non hanno assolutamente nessuna spinta dalla classifica, se non quella di provare a togliere l’onta dello zero nella casella vittorie. I ragazzi di Campanella invece devono vincere per poi giocarsi il quarto posto domenica prossima al Palaterme nello scontro diretto contro Piombino.

Dove sarebbe quindi la difficoltà? Nell’approccio alla partita, nella necessità di concentrarsi al massimo per evitare brutte sorprese, di conquistare i due punti il prima possibile per poi rivolgere la concentrazione al big match di domenica prossima. Montecatini giocherà contro una squadra che ha preso e perso tantissimi giocatori in questa stagione, un tourbillon che ha condizionato non poco il rendimento dei labronici, che hanno iniziato la stagione con una formazione per poi cambiare radicalmente pelle. Tante polemiche, un viavai continuo di giocatori, il risultato è che dopo appena una stagione Livorno torna in C Gold, manifestando comunque propositi di veloce risalita. I giocatori più rappresentativi rimasti a disposizione di coach Pardini, considerando che diversi atleti importanti come Giorgi, Mastrangelo e Giampaoli hanno rescisso il contratto strada facendo, sono senza dubbio Roberto Chiacig e Mattia Soloperto, presenze importanti e di grande esperienza in area. Per il resto, un nucleo di giovani pronti a mettersi in vista e tanta buona volontà.

«Noi dobbiamo pensare a noi stessi – sottolinea coach Campanella – pensare a entrare in campo con determinazione e concentrazione per evitare ogni pericolo che partite del

genere possono portare. Vogliamo la vittoria e poi pensare alla partita con Piombino e ai playoff, ma non dobbiamo assolutamente sottovalutare la partita con Livorno, massimo rispetto per un avversario che, nonostante la classifica, ha sempre venduto cara la pelle». (r. d. m.)

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik